I Was A Teenage Werewolf

I Was a

Teenage

Werewolf

 

The most amazing motion picture of our time!
Ammettiamo di essere stati colti in contropiede. “I Was A Teenage Werewolf” l’abbiamo cercato solo per il manifesto e per la bellezza del titolo che ci sa tanto di band indie rock. Anzi, se avete una band indie rock e non sapete come chiamarla tenete a mente questo nome. Visto e apprezzato e scoperto che “I Was A Teenage Werewolf” è stato uno dei film che ha incassato di più nella storia della “American International Pictures”, perchè nelle prime due settimane di uscita ha incassato due milioni di dollari. Due milioni nel 1957.
In più ha aiutato la carriera di Micheal Landon, il protagonista di una marea di film e soprattutto il protagonista di “Bonanza” e naturalmente l’intelligente e buonista Charles Ingalls del telefilm “La Casa Nella Prateria”. Boom Micheal Landonstraordinario e abbastanza incredibile, per un’opera che ha 1una trama lineare e semplice. Per un film i cui effetti speciali sono minimali e carnevaleschi e la cui storia non è una novità assoluta, vista la quantità di Lupi Mannari che hanno bazzicato il cinema prima del 1957. Ma è proprio per questo, per la sua semplicità e immediatezza e per il fatto che nessuno aveva mai pensato a un “Teenage” che questa pellicola ha sfondato e che vedendola oggi suscita simpatia e apprezzamenti.

Micheal Landon è Tony Rivers. In stile James Dean è un giovanotto ribelle e molto irascibile, al punto che anche un banale scherzo lo manda su tutte le furie. Dopo l’ennesima aggressione e rissa finisce in cura da un medico piuttosto strano. Uno scienziato pazzo, grosso modo, che lo cura con l’ipnosi e che lo fa regredire fino a uno status precedente, cioè quello di lupo mannaro. Per quale motivo Tony sia un werewolf è una cosa sconosciuta anche ai migliori antropologi a Lon Chaney Jr e pure a Darwin. Poco importa comunque. Tony inizia a girovagare per la città ignaro di queste sue trasformazioI Was A Teenage Werewolfni commettendo anche un omicidio.
Fugge nella boscaglia e si rende conto che qualcosa non va, torna dal medico che lo sottopone a nuova ipnosi e proprio quando tutto sembra andar per il meglio, Tony uccide il dottore e il suo assistente nell’unico momento in cui i due si distraggono. Alla fine ci pensa la polizia. Bang. Bang.

Tutto molto semplice no? E pensare che “I Was a Teenage Werewolf” ha generato una serie lunghissima di film ispirati alla storia. Solo cinque mesi dopo si scatena l’inferno. Escono:  “I Was A Teenage Frankenstein”, seguito poi da “How To Make a Monster” e soprattutto “Blood Of Dracula” addirittura una sorta di Micheal Landonremake in salsa vampiresca scritta dallo stesso sceneggiatore del nostro lupetto mannaro. Oltre a questi tre tantissime altre  opere cinematografiche, sit-com, serie TV (citiamo il “Dick Van Dyke Show” e “The Monkees”) hanno tratto ispirazione dal titolo o dalla storia modificandolo a piacimento in “I Was a Teenage qualchecosa”. Pertanto in giro troviamo una vasta serie di giovani: Zombie, Dinosauri, Serial Killer, Mostri, Intellettuali e Nani. Senza contare reminiscenze di giovani lupetti, tra le quali una interpretata dallo stesso Micheal Landon nel telefilm “Autostrada Per il Cielo”. Per finire anche la musica ha reso omaggio a questo film, i Cramps hanno intitolato una canzone proprio “I Was Teenage Werewolf”. Ipnotico. Ipnotico. Ipnotico.

 

english2

 

Scheda Tecnica
Titolo Originale: I Was A Teenage Werewolf
Titoli Alternativi: Blood of the Werewolf  (USA-working title), Der Tod hat schwarze Krallen (Germania), Les griffes du loup-garou (Belgio)
Anno:1957
Regia: Gene Fowler Jr
Nazione:Usa
Cast: Micheal Landon,  Yvonne Fedderson, Whit Bissel, Tony Marshall, Dawn Richard
Durata: 76′
Casa di Produzione: Sunset Productions

Tags:  

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>