Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda

Quel gran pezzo

dell’Ubalda tutta nuda

e tutta calda


 

-Come se magna qui?
-Come a casa tua
-Porca puttana allora me ne vado!

Il Trash d’autore. Un’opera imperdibile di ingegno italico. Mariano Laurenti crea nel 1972 il miglior esempio di “Decamerotico” riuscendo a toccare così tanto il fondo da generare un capolavoro del genere. Tutto è estremamente trash. Volgare è volgare, ambiguo lo è in ogni scena, sempre malizioso e con battute comiche alquanto modeste.

Ma il tutto è in un’armonia così stonata che entra di diritto nella storia. La ridicolizzazione boccacesca è l’ingrediente di fondo di un film che non sbaglia un mossa. Gli interpreti sono più che mai azzeccati. Pippo Franco protagonista maschile del film è adeguato nel ruolo di Olimpio De Pannocchieschi sfigato e volgare milite di ritorno a casa dopo una guerra. Come spalla si trova Umberto D’Orsi, un leggendario caratterista, nei panni del vicino Mastro Oderisi e Frate Manesco un prelato piuttosto scaltro interpretato da Pino Ferrara volto noto del genere e soprattutto della fiction “Un Medico in Famiglia”.

Ma soprattutto le protagoniste della pellicola sono Edwige Fenech e Karin Schubert. Un’esplosione di bellezza e malizia, un’accoppiata esplosiva. L’apice lo raggiunge, va detto, la divina Fenech con una leggendaria scena considerata tra le più sexy del cinema di genere italiano nella quale corre in topless.Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda

Il tema della pellicola come si intuisce è il sesso e il tradimento. Olimpio che ritorna dalla guerra ha una voglia matta di tornare a letto con la moglie Fiamma (Karin Schubert), la quale durante la sua assenza ha ospitato una serie infinita di amanti. Ma il sul più bello Fiamma riesce a far scomparire la chiave della cintura di castità che il marito portava con se riuscendo a procrastinare il momento del rapporto. Poco distante Mastro Olderisi è il gelosissimo marito di Ubalda un’altra allegrissima donna che diventa l’oggetto del desiderio di Olimpio, in sostituzione della moglie. Tentativi grossolani, notissima quello del finto pittore, congiure e tradimenti fino a quando i due si mettono fuorigioco l’uno con l’altro. L’unico che gode delle grazie delle due, oltre gli amanti, è l’astuto Frate Manesco.

Successo clamorosoQuel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda al botteghino per un film che ancora oggi è famosissimo. Stroncato dalla critica, rivalutato a posteriori, rappresenta una commedia sexy innocua e leggerissima. Fa un po’ ridere pensare che all’epoca venne addirittura vietato ai minori e successivamente trasmesso in TV in versione censurata. In ogni caso una pietra miliare del cinema di genere italiano, uno dei migliori film di Mariano Laurenti e tra i più “promotori” della bellezza delle Fenech.

english2

 

 

Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta caldaScheda Tecnica
Titolo Orginale: Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda
Titoli Alternativi: Ubalda, All Naked and Warm (USA DVD)
Anno: 1972
Nazione: Italia
Regia: Mariano Laurenti
Cast: Edwige Fenech, Karin Schubert, Pippo Franco, Pino Ferrara, Umberto D’Orsi, Gino Pagnani
Durata: 91′
Casa di produzione: Lea Film

 

 

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.