E tu vivrai nel terrore- L’aldilà

…E tu vivrai

nel terrore – L’aldilà

 

 No Lisa io sono un medico e non posso accontentarmi di spiegazioni irrazionali

Da che mondo e mondo le case sono un postaccio in cui le forze del male amano passare il tempo, viverci e creare problemi a chi le abita.
Un soggetto che ha sempre acceso le fantasie di registi, produttori e pubblico. Un tema che ancora oggi funziona piuttosto bene e che nel periodo del quale stiamo parlando, fine anni settanta, inizio o
ttanta, poteva vantare dei veri propri capolavori.
Cemento demoniaco che ha costruit
o dei veri e propri simboli del cinema, uno su tutti “Shining” oppure il nostro “Inferno” di Dario Argento“La Casa” di Raimi e tanti altri ancora.
E in questa vasta cementificazione maledetta ci finisce pure l’astuto De Angelis, produttore vulcanico e maneggione che affida un titolo a Lucio Fulci. Un titolo sì, perchè prima di tutto De Angelis senza soggetto e copione riesce a trovare i finanziamenti per un film. Vago.
E poi arriva Lucio Fulci. Il quale aggiunge al primo capitolo della sua “Trilogia Della Morte”, “Paura n
ella città dei morti viveE tu vivrai nel terrore- L’aldilànti”, questo potente e monumentale “E Tu vivrai…” predecessore di “Quella Villa Accanto Al Cimitero”.
A discapito di tutto quanto, da produttore a budget, Fulci riesce a creare un capolavoro visionario, pesante e spaventoso, utilizzando al meglio ogni caratteristica e situazione. Sì certo, il film in un certo punto si piega parecchio alle logiche commerciali, utilizzando l’invasione di zombi alla Romero ed è anche vero che le mura demoniache sono di un hotel e che c’è un personaggio cieco (citazioni!), ma il risultato è grandioso lo stesso. Scopiazzature a parte il Fulci tocca il suo apice per il settore horror, regalandoci una vera perla.

E tu vivrai nel terrore- L’aldilàStroncato come nei migliori casi dalla critica specializzata “E Tu vivrai…” ebbe un notevole successo commerciale forte anche di una storia che nelle sua semplicità incide parecchio.
Un prologo, un libro, una donna, un’eredità e un hotel. Ecco qui. Morti strane, operai che cadono, idraulici risucchiati dalle viscere ed eventi inspiegabili come campanelli che suonano ininterrottamente. E una ragazza cieca.
La protagonista si chiama Liz e viene accompagnata
E tu vivrai nel terrore- L’aldilàin questa storia da un medico di nome McCabe. Tra zombi, mostri vari e quant’altro il tutto si conclude in un modo che suggella e incornicia la visionarietà assoluta di questa opera.

Ritroviamo la britannica Catriona McColl sempre presente nella “Trilogia Della Morte”, Cinzia Monreale e un insospettabile Michele Mirabella ancora lontano dalla carriera televisiva. Un cult. Un capolavoro. Non ci sono altre parole.

english2

Scheda Tecnica
Titolo Originale: E tu Vivrai Nel Terrore-L’Aldilà
Titoli Alternativi: L’au-delà  (Canada, Francia),  Über dem Jenseits  (Germania), A Casa do Além  (Brasile), A pokol hét kapuja (Ungheria),  And You Will Live in Terror: The Beyond, The Beyond (Inglese), As Sete Portas do Inferno    (Portogallo), Die Geisterstadt der Zombies, Eibon – Die 7 Tore des Schreckens, Geisterstadt der Zombies  (Germania), El más allá  (Spagna), Hotel der verdoemden  (Olanda), I 7i pyli tis Kolaseos, I evdomi pyli tis Kolaseos  (Grecia), L’aldilà (Italia),  Rædslernes hotel (Danimarca), Seven Doors of Death (USA), Terror nas Trevas  (Brasile)
Nazione: Italia
Anno: 1981
Regia: Lucio Fulci
Cast: Catriona MacColl, David Warbeck, Cinzia Monreale, Antoine Saint-John, Veronica Lazar, Anthony Flees
Durata: 87′
Casa di Produzione: Fulvia Films

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>