L’Affittacamere

L’Affittacamere

 

 

Le piace il mio pennarello? È robusto sa?
Ricordate come funzionava. Avevi, ad esempio, una Gloria Guida a disposizione. E ci facevi un film intorno. Dopo averla spogliata chiaramente.
Una teorema facile, facile che in questo “L’Affittacamere” raggiunge uno dei suoi punti più espliciti. Questo film è Gloria Guida. Gloria Guida è questo film. Gloria! La bionda angelica, tipica compagna di scuola dei film, qui è così centrale alle vicende da mettere in secondo piano un cast di grandi stelle della commedia erotica all’italiana. Lino Banfi, Enzo Cannavale,  Vittorio Caprioli, Giancarlo Dettori ai quali s’aggiunge la presenza dell’austero Adolfo Celi.
 Gloria Guida
La situazione de “L’Affittacamere” crediamo che a questo punto sia chiara: una trama alibi per spogliare la protagonista alla quale s’aggiungono, gag non troppo ricercate, diversi tormentoni, doppi sensi, fraintendimenti che creano una commedia sexy, ahinoi, non troppo divertente.
La mano di Mariano Laurenti incespica un po’ nel raccontare una storia che ha per protagoniste le sorelle Mainardi. Giorgia (Gloria Guida) e l’obesa Angela (Fran Fullenwider) ingenua e innocente, fidanzata con Lillino (Lino Banfi).
Le due ricevono in eredità la villa di una zia, poco fuori da Bologna e non esitano a trasformarla in una specie di “Bed & Breakfast”. Ma la lontananza dal centro non è buona cosa per gli affari e l’astuta Giorgia, oltre ai metodi classici, inizia una L’Affittacamerecampagna pubblicitaria ammiccante e a doppio senso che sfocia addirittura in un sexy autostop.

Centro!. I clienti arrivano, tutti convinti di poter andare a letto con la bella Giorgia. Un avvocato toscano, un politico maniaco delle firme (che firma il corpo della Guida nella scena più hot del film) e anche un innocuo ex poliziotto, il buon Enzo Cannavale. Su questa struttura però arriva lo sguardo lungo e conservatore del giudice Damiani (Adolfo Celi). Esplosione finale di classici fraintendimenti in cui tutti si trovano nel posto sbagliato. Le due sorelle chiudono bottega e riaprono in un altro posto, sempre con le stesse modalità commerciali.
 english2
Scheda Tecnica
Titolo Originale: L’Affittacamere
Titoli Alternativi: Das Hotel der heißen Teens (Germania), Pensión Paraíso (Spagna), Quarto de Alugue (Portogallo)
Anno: 1976
Regia: Mariano Laurenti
Nazione: Italia
Cast: Gloria Guida, Fran Fullenwider, Lino Banfi, Enzo Cannavale, Adolfo Celi, Vittorio Caprioli, Giancarlo Dettori, Luciano Salce
Durata: 100’
Casa di Produzione: Cinemaster Srl

 

 

One comment to L’Affittacamere

  • utente anonimo  says:

    Gloria Guida rules! 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.