Le foto di Gioia

Le foto di Gioia

 

-Ma ti rendi conto Eveline? Secondo lui io dovrei stare tranquilla non fare ipotesi, come se le mie foto dietro i cadaveri fossero del tutto casuali
-Che sia una minaccia non c’è dubbio! Ma potrebbe volerti solo spaventare!”
-Ma secondo te uno che ammazza due persone si limiterà solo a farmi paura?
-Per commettere delitti del genere deve essere un maniaco non puoi prevedere le sue reazioni!
Si vede un po’ di nostalgia nelle foto di Gioia. Una nostalgia per quei bei thriller degli anni settanta, quelli di Mario Bava, di Dario Argento o di Sergio Martino per intenderci.
Una nostalgia che attanaglia il figlio di Mario Bava, Lamberto, un regista a volte amato, a volte odiato (vedi Jesus Franco).
E lui ci prova a rinverdire quei fasti, esattamente nel 1987 con questo “Le foto di Gioia”. Un tentativo ammirevole il suo, al quale aggiunge qualche piccolo connotato horror che male non sta e qualche momento con una buona fotografia. Purtroppo il risultato finale è quello che conta e il risultato è ben lontano dall’essere accettabile.
Togliendo qualche bella scena più che riuscita, come alcuni omicidi interessanti, ben poco George Eastman, Serena Grandiresta di buono qui. E quel poco cerca di aggrapparsi alle tette di due maggiorate super, che all’epoca erano nel pieno della fama: Sabrina Salerno e Serena Grandi.
La prima recita con l’intensità di un treppiede (visto che parliamo di foto) e giustifica una celebre battuta dell’epoca che diceva più o meno “La Salerno è stonata, ma vorrei sapere chi sta attento a come canta..”. Ha quattro/cinque battute, non di più e riesce a dirle tutte quante malissimo, mettendoci una pezza, mostrando il suo corpo.
Da Serena Grandi invece, protagonista della pellicola, ci si aspettava qualcosa di più, che una serie di battute buttate al vento senza la minima passione. Chiariamo, anche gli altri attori deludono. Il buon George Eastman è preso in mezzo con un personaggio a dir poco inutile. Un latin lover che nulla fa, se non spogliare la protagonista (vasca e sauna). Tutto lì. Molti altri personaggi invece risultano optional della storia e paradossalmente appaiono subito troppo colpevoli, per essere gli assassini. Una serie di cose che Sabrina Salernoannienta i colpi di scena tutto sommato ben pensati, che affogano pure nel clima anni ottanta da “Milano Da Bere.
Bava comunque ci prova, dicevamo, lo fa anche con i rimandi ad altre pellicole inserendo uno “spettatore” sulla sedia a rotelle, qui morboso, che osserva dalla finestra e diverse caratteristiche prese da horror degli anni settanta. Ma non basta.
Gioia, (Serena Grandi) è un ex modella che dopo anni di inattività torna in affari diventando l’editore della rivista sexy “Pussycat”. Ma i servizi fotografici finiscono tutti male, con violenti omicidi tra forconi, vespe e bagni di sangue. Come contorno di tanta carne squartata (e nuda), ci sono anche la rivale in affari, una lesbo-direttrice innamorata di Gioia e il latin-lover.

Oltre alla giunoniche Serena Grandi e Sabrina Salerno, che cerca la via del cinema (ma non la tLe foto di Gioiarova…) e oltre al  mitico George Eastman, il cast de “Le foto di Gioia” comprende una serie di interessanti artisti. Vanni Corbellini famoso per le serie TV “Incantesimo”, “Un posto al Sole” e “Ponzio Pilato”, Daria Nicolodi ex compagna di Dario Argento, mamma di Asia e interprete di tanti film del regista romano. Troviamo anche Germaine Lefebvre più conosciuta come “Capucine”, qui ormai al termine di una gloriosa carriera e purtroppo a pochi anni da una triste fine, famosa indossatrice e attrice che ebbe negli anni sessanta il proprio apice, partecipando a pellicole internazionali come  “La Pantera Rosa” o “Fellini Satyricon” fra le tante. Chiudono la lista altri nomi noti come Marcia Sedoc, Corrado Pani e David Brandon.

 english2
Scheda Tecnica
Titolo Originale: Le Foto di Gioia
Titoli Alternativi: Crimenes en portada (Spagna), Das unheimliche Auge     (Germania), Delirium (Internazionale), Delirium: Photo of Gioia (USA), Gioia’s Photograph, Photo of Gioia, Photo of Gioia (Indefinito)O diavolos den kanei pistosi (Grecia),Pesadelo Interminável (Portogallo)
Anno: 1987
Nazione: Italia
Regia: Lamberto Bava
Cast: Serena Grandi, Sabrina Salerno, George Eastman, Daria Nicolodi, Vanni Corbellini, David Brendon, Corrado Pani, Marcia Sedoc
Durata: 94′

 

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>