Fantasm Comes Again

Fantasm Comes Again

 

The softcore sensation that puts it all in!

Circa cinquantamila dollari australiani di incasso sono una ragione sufficiente per fare un sequel, deve aver pensato l’allora sconosciuto produttore e regista Anthony I. Ginnan. Così, prima di diventare un nome famoso nel cinema di genere e dell’exploitation australiani, Ginnan produce “Fantasm Comes Again” pensando che cinquantamila dollari, sempre australiani, sono anche una buona ragione per non cambiare nulla. Poco o nulla. 

Ed ecco di nuovo un film fatto a sketch, che più soft core non si può, incentrato sempre sulle fantasie sessuali. Questa volta però il tutto viene raccontato dFantasm Comes Againa due redattori di un giornale che leggono le lettere di calde avventure arrivate in redazione. Non c’è più Richard Franklin alla regia, ma Colin Eggleston un anno prima di realizzare il suo film più famoso “Long Weekend”.
I cambiamenti finiscono qui, perchè gli attori sono più o meno gli stessi, star del soft-core e dell’hard americano così come le location, con scene girate in Australia e scene e a Los Angeles (quelle più estreme). E i temi seguono la stessa linea di “Fantasm”, spesso incontrandosi, sfiorandosi e sovrapponendosi. E riparte il carosello. Sesso in silenzio in una biblioteca, a una festa a casa del datore di lavoro, in un fienile, in un drive-in, in macchina col fidanzato Fantasm Comes Againmentre lui guida, in chiesa e poi ancora a casa ma con i genitori, senza dimenticare un particolare allenamento ginnico, un caldo ascensore e un’interessante avventura in piscina.

Il risultato è chiaramente un film che non ha un effetto sorpresa e il cambio di regista non giova alla pellicola, realizzata meno bene, quasi banalmente e montata con l’accetta. L’ironia che era la salvezza del primo è molto meno convincente e anche la musica cala in qualità e importanza.

Comunque il cast è di qualità per il genere, a iniziare da RaFantasm Comes Againinbeux Smith attrice e musicista famosa nei “B’s”, rovinata dall’eroina che ha distrutto una carriera potenzialmente interessante e soprattutto l’ha portata alla morte, per passare a Uschi Digard (sempre nel segmento lesbo) e poi ancora Brenda Fogarty, Elaine Collins, Candy Samples e Serena. Oltre al culturista Rick Cassidy troviamo un cameo di John Holmes e Con CovertTitus Moody attori noti negli anni settanta.

english2

Fantasm Comes AgainScheda Tecnica
Titolo Originale: Fantasm Comes Again
Anno: 1977
Titoli Alternativi: Fantasm ’99, Fantasm 99, My Best Time (Working Title), Fantasm en gång till (Svezia), Fantasm 2, Fantasm II (internazionali) 
Regia: Colin Eggleston
Nazione: Australia
Cast: Rainbeux Smith, Uschi Digard, Brenda Fogarty, Elaine Collins, Candy Samples, Rick Cassady, John Holmes, Con Covert, Titus Moody
Durata: 98′
Casa di Produzione: Australian International Film Corp, Filmways Australasian

 





Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.