La compagna di viaggio

La compagna

di viaggio

 

-Abbiamo due miliardi e trecento milioni di debito
-Che non pagheremo mai!
– Sì ma…abbiamo il film…lo vogliono tutti, dicono che è un film da Oscar, lo vogliono anche al Festival di Venezia
-Ma se non lo vogliono nemmeno a quello di Zagarolo…ragioniere…come ci siamo ridotti

Se per una volta su un treno le cose vanno male, non è colpa delle pessime Ferrovie dello Stato ma di un regista la cui idea deraglia senza alcuna possibilità di salvezza.
Solo un anno dopo il suo già tremendo film ambientato sui vagoni, Ferdinando Baldi usa la stessa ambientazione per una commedia erotica all’italiana. Non fa ridere. Ha delle bellissime attrici. E cerca, come succede spesso in Italia, di arrangiarsi come può.

Alla stessa maniera de “La ragazza del vagone letto” Baldi inserisce una serie di personaggi che dovrebbero rappresentare e anche essere la satira della società dell’epoca. Dovrebbero abbiamo detto, perché le performance degli attori sono davvero scialbe e gli stessi personaggi sono poco più di banali macchiette. Non che la trama sia meglio, anzi, si sviluppa su un tema banale vagamente criminale e finisce in una maniera paradossale.

Emblema di questo disastro è nientemeno che Gastone Moschin, il grande Gastone, cheGastone Moschin, Raf Luca finisce chissà perché, in quello che forse è il peggior film da lui interpretato (se la gioca a nostro avviso con “Com’è dura l’avventura” e con “Rimini Rimini un anno dopo”). E pensare che il cast è composto oltre che da lui da una serie di esperti caratteristi come Pino Ferrara, Raf Luca e Giorgio Bracardi. Raf Luca è il principale rilevo comico ma non va oltre alle sue passate prestazioni, quindi gigioneggia, fa il simpatico, ma fa veramente poco ridere. Bracardi invece ripropone il suo stile nevrotico, che potrebbe anche piacere se non fosse l’ennesima volta che lo vediamo.

Sorprendente più tutto il resto è la batteria di donne. Protagoniste conclamate o passate/future star dei più torbidi sogni erotici Anna Maria Rizzolimaschili. Un gruppo che poteva causare una veloce cecità e che si fa notare per il cameo di Anna Moana Pozzi, diventata poi celebre come Moana, che non ci nega la visione del suo (splendido) corpo e per la presenza di una semisconosciuta Serena Grandi che dopo le titubanze iniziali mostra anche lei le sue fattezze. E la lista non finisce qui, perché continua con le già note Annie Belle, sempre vestita però, Anna Maria Rizzoli a sottolineare il suo ruolo di tarda regina della commedia erotica all’italiana, Marina Hedman (accreditata come Frajese) in procinto di passare all’hard e Marisa Mell ormai in piena fase calante.

Il Barone e Lilly (Moschin/Rizzoli) un’aspirante attrice, progettano di compiere una rapina al vagone dei valori del trenoRaf Luca, Serena Grandi Roma-Parigi sul quale stanno viaggiando. Una vasta serie di personaggi e situazioni s’intreccia con la loro storia. Teodoro e sua moglie in viaggio di nozze (Peota/Grandi), un onorevole e la sua segretaria (Bracardi/Annie Belle) uno psichiatra e una paziente (Ferrara/Hedman) ai quali vanno aggiunti una donna con il velo (Mell) e il controllore interpretato da Raf Luca.
Claustrofobico, buio, oltre a tutto quanto già detto e con una regia che non mostra nulla di particolare, “La Compagna di viaggio” si chiude con una scena che poteva aprire a un sequel. Per nostra fortuna però il viaggio inizia e finisce con questo episodio.

english2

Scheda Tecnica
Titolo Originale: La compagna di viaggio
Titoli alternativi: Una noche en el coche cama (Spagna) Das Urlaubsflittchen (Germania)
Anno: 1980
Regia: Ferdinando Baldi
Nazione: Italia
Cast: Gastone Moschin, Anna Maria Rizzoli, Serena Grandi, Raf Luca, Annie Belle, Giorgio Bracardi, Marina Hedman, Marisa Mell, Moana Pozzi
Durata: 94’
Casa di produzione: Rinascita Cinematografica

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.