Notti porno nel mondo

Notti porno nel mondo


Comunque amici la vostra Laura è e sarà sempre un’inguaribile ottimista, dalle ceneri di ogni civiltà ne è sorta sempre una migliore, più libera e più giusta.

Con qualche soldino in tasca preso anche dalla “J&B” come ci suggerisce la scena finale, si può ingaggiare Laura Gemser la nostra “Emanuelle Nera”. Si spoglia spesso e ci racconta le vicende di calde e morbose notti in giro per il mondo. Per il resto basta girare qualche scena e acchiappare spezzoni da altri film erotici e il gioco è fatto. Un “Mondo Movie” erotico fuori tempo massimo, senza arte ne parte, che più che voler scandalizzare come i suoi antenati cerca di mostrare quanta più fica possibile. E non sappiamo se “l’antico” uomo degli anni sessanta abbia creduto alle scene mostrate o se si sia compiaciuto unicamente della carne in mostra, della quale la nostra Laura “Emanuelle” Gemser è l’esempio migliore.

Bruno Mattei e Joe D’Amato si dividono al 50%, con il primo alla regia e il secondo alle prese con alcune scene, le colpe di aver creato questo film che al “moderno” uomo del 2000Notti porno nel mondo crea una grande e infinita noia.

Le scene scandalose e morbose si riducono a pratiche sessuali che possiamo vedere nei peggiori club delle mete turistiche del sesso oppure, se vi ostinate a dire che quel viaggio in Thailandia era solo per il mare, nei servizi delle trasmissioni d’inchiesta. Non che alcune idee siano accettabili, vedi la zoofilia o l’evirazione, ma la mise-en-scène lascia molto a desiderare. Il cane che dovrebbe far sesso con la sua padrona davanti a un nutrito pubblico è poco convinto e la scena dell’evirazione mostra tutti i limiti della finzione. Non manca poi la ballerina che spara palline da ping pong dalla vagina. Le altre sono tratte da diversi film, notiamo “Self Service Girl“ di Erwin C.Dietrich e uno con la nostra amata Uschi Digard che si sottopone come sparring partner di un noto scopatore infaticabile (o quasi).
Prodotto iper commerciale dal basso costo e dalla possibile alta resa per mano di due noti maneggioni del cinema di genere. Niente di che davvero e dopo una ventina di minuti si capisce già tutto e non c’è più nulla di interessante da vedere. La cosa interessante è che con il materiale scartato da questa pellicola, i due sono riusciti ad assemblare subito (o contemporaneamente) un’altra che nel titolo cita esplicitamente Emanuelle.

english2

Notti porno nel mondoScheda Tecnica
Titolo Originale: Notti porno nel mondo
Titoli Alternativi: As Noites Pornôs no Mundo (Brasile), Las noches porno del mundo (Spagna) Sexy Night Report (USA), Emmanuelle – Sinnlichkeit hat tausend Namen, Emmanuelles Sexnächte (Germania)
Anno: 1977
Nazione: Italia
Regia: Bruno Mattei
Cast: Laura Gemser
Durata: 83′

 

 

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.