Escape from Pleasure Planet

Escape from

Pleasure Planet

 

Welcome to Pleasure Station where all yours every fantasies become real

Quante aliene con le tette grosse popolino l’Universo, anche solo quello del cinema, non è chiaro. Sicuramente ne abbiamo viste tante in passato, ne vediamo tante oggi e speriamo di vederne meno nel futuro. Quella abbondanza ci piace certo ma la storia è sempre la stessa. Queste extraterrestri bellissime se ne vanno in giro per i pianeti sbattendo i loro corpi nudi rumorosamente, su un po’ di fondo musicale.
Il tutto viaggia sui confini tra soft e hard, facendo intuire il gesto ma non mostrando i dettagli più intimi. Qualche panorama spaziale realizzato al computer completa il prodotto.
Anche la casa di produzione è (quasi) sempre la stessa, cioè la Retromedia di quel mattacchione di Fred Olen Ray. Alla regia però non c’è lui ma Terrance Ryker che sembra l’allievo prediletto di Olen Ray o lui stesso sotto un altro nome.


In “Escape from Pleasure Planet” quasi non finiscono i titoli di testa che la principessa Dyanna ci appare in tutto il suo splendore con il suo abitino succinto e in compagnia della sua guardia del corpo Tara. Ci vuole qualche secondo prima che la nostra mente da maniaci s’interessi a Blair Williams (Dyanna) e cerchi notizie su internet e scopra anche l’esistenza di Vanessa Cage (Tara). Due persone la cui vita è più originale della trama di questo film. Blair Williams è cresciuta in una scuola cattolica ed era praticante. Ha baciato il primo ragazzo a quattordici anni e fatto sesso per la prima volta a diciannove. Fin qui niente di strano, ognuno fa il suo percorso, ma Blair Williams lavorava come insegnante di una scuola materna cattolica dove leggeva la Bibbia ai bambini, prima di leggere l’annuncio di “Sex Factor” un talent show ideato da “XHamster”. Beh, con la poca esperienza ha vinto il talent ed è diventata un’attrice hard. Vanessa Cage licenziata per un piercing alla lingua ha messo un annuncio su Craiglist e da lì ha iniziato la sua carriera.

Loro due, dicevamo, finiscono in una specie di resort dello spazio per una vacanza, la “Pleasure Station” dove sono accolte da Cassia (naturalmente pure lei con le tette grosse, interpretata da Veronica Vain). Passa un minuto e la principessa finisce in una vasca di acqua calda dove fa un rovente sesso saffico con una “Pleasure Droid” (Darcie Dolce).
Tutto sembra andare per il meglio ma la cattivissima Aria interpretata Erika Jordan attrice, giornalista e regista, attacca l’astronave e Dyanna e Tara scappano. E dove si rifugiano? Sulla terra naturalmente. Proprio vicino al posto dove due alla Mulder e Scully ci danno dentro. Le due aliene vogliose girano un po’ (poco però) il nostro pianeta finendo a casa di una coppia con la quale, inutile dire, fanno sesso.
Gli altri alieni invece danno la caccia alle due tra una scopata e l’altra. Ci mancherebbe. Finale in una colossale orgia, tutti contro tutti. E un’altra invasione è andata.

Scheda Tecnica
Titolo Originale: Escape from Pleasure Planet
Nazione: USA
Anno: 2016
Regia: Terrance Ryker
Cast: Blair Williams, Vanessa Cage, Veronica Vain, Darcie Dolce, Erika Jordan, Micheal Thomas
Durata: 81’
Casa di produzione: Retromedia Entertainment

Tags:  ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>