Europe in the Raw

Europe in the Raw


For the first time, THE HIDDEN CAMERA rips wide the vice dens of Europe!

Che porcelloni gli europei, in qualunque posto uno vada fanno qualcosa di sconcio. Pure a Firenze, Pisa e Venezia. A dircelo è il maestro delle tettone, cioè il sempre caro Russ Meyer che realizza una specie di Mondo Movie, allo scadere del suo periodo “nudie cutie”.

Non un tentativo di stigmatizzare la cultura europea ma un omaggio a un continente che il regista americano conosceva bene (per essere stato in Germania durante la Seconda Guerra Mondiale) e soprattutto un omaggio, come sempre del resto, alle forme femminili.
Va detto però che a differenza del manifesto che annuncia un roboante “Nudity Galore”, qui, si vedono solo tette (e indicazioni stradali). A volte danzanti a volte in movimento, riprese dal solito occhio storto, veloce e ironico del grande Russ Meyer.

“Europe in the raw” è una prova generale per il più ambizioso e famoso “Mondo Topless” del 1965, che ha scene prese da questo e altri film. “Europe in the raw” non è un film memorabile tuttavia esercita una certa simpatia e diverte lo spettatore.Europe in the Raw

L’idea di base è molto semplice. C’è un cameraman che non vediamo mai in faccia che mette una cinepresa dentro una borsa di pelle e inizia a girare l’Europa riprendendo varie situazioni calde e spiegandoci come funzionano le cose. Il giro per il vecchio continente tocca diverse città che negli anni non hanno perso la loro fama. C’è Parigi naturalmente, c’è Amsterdam e le sue prostitute, Bruxelles, Berlino, Copenhagen, Nizza, Amburgo con il leggendario quartiere St.Pauli e altre ancora. C’è pure l’Italia con Firenze, Venezia, Roma Portofino e Pisa sulla cui torre (presente probabilmente come simbolo fallico) sentiamo pure una spiegazione dei lavori fatti per sostenerla. Cosa ci facciano queste città italiane in un film così è difficile da dire, ma forse Meyer voleva dare un tocco di calore bilanciando il centro-nord dell’Europa con il Sud. Chissà.

Girato effettivamente in parte nelle città citate e in parte negli Stati Uniti spacciandoli per estero è un film che ci fa simpatia forse anche più di “Mondo Topless” grazie una leggerezza maggiore. In ogni caso sempre di tette si parla e Meyer lo sa fare bene.

 

 

Scheda Tecnica
Titolo Originale: Europe in the Raw
Titoli alternativi: Eurooppaa ristiin rastiin (Finlandia), Europa al desnudo (Venezuela)
Anno: 1963
Nazione: USA
Regia: Russ Meyer
Cast: Veronique Gabriel, Gigi La Touche, Abundavita, Denise Du Vall, Heide Richter, Yvette Le Grand, Greta Thorwald, Shawn Deveraux
Durata: 76’
Casa di produzione: Eve Productions

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>