Twins of Evil

Twins of Evil


One Uses Her Beauty For Love! One Uses Her Lure For Blood!

Il sempre caro Peter Cushing se ne va in giro a dar caccia alle streghe ed è puritano fino al midollo. E crea un personaggio antipatico fin dalle prime scene, che diventa odioso, a dir poco, quando cerca di obbligare le nipoti Maria e Frieda ad andare in giro meno scollate e soprattutto vestite di nero.
Che poi il suo modo di fare sia solo per proteggere la comunità locale è vero, ma cerca di toglierci il piacere di vedere Mary e Madeleine Collinson in tutta la loro bellezza. Le gemelle Collinson per la precisione. Da Malta. Le prime gemelle a posare per Playboy, protagoniste di un’interessante scena in “Some Like It Sexy” e in seguito, di qualche altro filmetto oltre a questo terzo e ultimo capitolo della trilogia Karnstein. Poi, si dedicano alla famiglia, Madeleine torna a casa, dove muore nel 2014, mentre Mary, secondo Imdb, vivrebbe a Milano.
La trilogia tette e vampiri della Hammer Films si chiude dunque nel 1971, con John Hugh che si siede dietro la macchina da presa e con Tudor Gates che come sempre scrive la sceneggiatura ispirandosi (si fa per dire) al racconto di Sheridan Le Fanu.

Il risultato finale è un film molto più interessante del suo diretto predecessore cioè “Lust for a vampire” e che si può considerare come sorta di prequel di tutta la saga. Una pellicola affascinante grazie alla presenza delle due attrici, ma anche grazie a un Peter Cushing nel ruolo di un Van Helsing-non Van Helsing e soprattutto grazie a una trama molto ben strutturata e non priva di colpi di scena.

Il solito super cast delle produzioni della Hammer continua con Dennis Price, Isobel Black, Kathleen Byron e anche il “nostro” David Warbeck, tutti come sempre in una produzione elegante tra costumi e scenografie più che ricercati.

Le gemelle Collinson interpretano Frieda e Maria, che dopo diverso tempo vanno a casa dello zio Gustav (Peter Cushing). In questo villaggio l’atmosfera è tesa, Gustav e i suoi sodali cacciano le streghe e dubitano della serietà del conte Karnstein (Damien Thomas) che vive in un castello che domina dall’alto il borgo. Frieda molto più ribelle della sorella (che s’innamora di un banale insegnante) finisce tra le braccia del Conte, che nel frattempo è diventato un vampiro. Gustav cercare di fermare il rinato succhiasangue.
Chiusura interessante per una trilogia che ricordiamo che doveva rinfrescare il marchio Hammer ma ci riesce solo in parte.

 

 

 

Scheda Tecnica
Titolo Originale: Twins of Evil
Titoli alternativi: The Gemini Twins, The Virgin Vampires (alternativo, pre realease), As Filhas de Drácula (Brasile), Les jumelles diaboliques, Twins of Evil (Canada), Draculas heksejagt (Danimarca), Drácula y las mellizas (Spagna), Draculan kaksoset, Draculas tvillingar, Pirun kaksoset, Pirun kaksoset (Finlandia),Les sévices de Dracula (Francia), Twins of Dracula (UK), Ta didyma tou Drakoula, Τα Δίδυμα Του Δράκουλα (Grecia),A gonosz ikrek (Ungheria), Le figlie di Dracula (Italia), Dorakyura chi no shitatari (Giappone), Las hijas de Drácula (Messico), Draculas døtre (Norvegia), As Servas de Drácula (Portogallo), Gemenele diabolice (Romania), Djävulens dotter Draculas dotter(Svezia), Близнецы зла, Зловещие близнецы (Russia), Draculas Hexenjagd (Germania), U znaku blizanaca (Yugoslavia)
Anno: 1971
Nazione: UK
Regia: John Hugh
Cast: Peter Cushing, Dennis Price, Mary Collinson, Madeleine Collinson, Isobel Black, Kathleen Byron, Shelagh Wilcocks, Damien Thomas, David Warbeck, Harvey Hall
Casa di produzione: Hammer Films
Durata: 87′

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>