Die Bett-Hostessen

Die Bett-Hostessen


Jung, hübsch, gierig, und ungebunden

Quando si pensa alla sexploitation degli anni settanta, ai film a sketch e a situazioni molto tirate per mostrare un po’ di carne, uno dei nomi che viene subito in mente è quello di Erwin C. Dietrich. E viene in mente soprattutto dopo la visione di questo film del 1973 che a parere nostro rappresenta uno dei momenti più fantasiosi e assurdi (cioè migliori) del regista svizzero.

Tutto parte da un titolo composto dalla parola Bett (letto) e hostessen, la cui traduzione è la perfetta trasposizione delle più fervide fantasie dell’epoca. Ma tutto parte anche da un lavavetri (sì, davvero) che mentre pulisce le finestre di un palazzo, quello della Elite e Universal Film, nota una persona che sta girando film per adulti (ruolo interpretato dallo stesso Erwin C.Dietrich) ed entra per raccontargli un po’ di storie hard.

Da qui partono una serie di sketch più che mai variegati e uniti soltanto dalla presenza di scene soft-core. Abbiamo un pistard che dopo una gara oltre ai massaggi fa sesso con una splendida ragazza, emissaria del CIO, interpretata nientemeno che da Ingrid Steeger all’epoca musa di Dietrich.
Poi il nostro lavavetri, lavorando, nota una ragazza di colore che si sta facendo il bagno e approfitta della situazione, ma una visita inaspettata rischia di rovinare tutto.
Una sexy roulette in un paesino di montagna, con Christa Free altra attrice simbolo del regista svizzero, che si spoglia e finisce a letto con una coppia. Poi un momento un po’ weird con un medico e un’infermiera che si eccitano a fare clisteri. Non manca poi un provino per il cinema che finisce in maniera scontata e infine la nostra hostess che appare per una specie di sabba in una stalla con degli atleti (mah) e infine ha un’avventura in barca.

Il regista svizzero mette insieme ogni barlume di idea per crearci attorno un film. Vuoi per la velocità, per l’eterogeneità e per l’estrema leggerezza “Die Bett-Hostessen” è tra i film più divertenti di Dietrich.
Sicuramente ad alzare il livello ci pensa la presenza, seppur breve, di una splendida Ingrid Steeger e della già citata Christa Free.
Per il resto è il solito carosello di scenografie da film porno, utilizzo di salotti e ogni mezzo possibile per trasmettere (o per meglio dire cercare di farlo), un senso di realismo. La regia di Dietrich si fa notare come per l’abilità di sottolineare le nudità.

 

 

Scheda Tecnica
Titolo Originale: Die Bett-Hostessen
Titoli alternativi: Die Hostessen (Alternativo), Les hôtesses du lit, À moi les petites cailles (Francia), Bed Hostesses (UK), Постельный эскорт (URSS), Hostess in Heat (USA)
Anno: 1973
Regia: Erwin C.Dietrich
Cast: Ingrid Steeger, Karin Hofmann, Christa Free, Monica Marc, Kurt Mainicke, Kenita Flynn, Carlo Monti, Christian Van Bergen
Casa di produzione: Avis-filmverleih
Durata: 76’

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>