Chicken Park

Chicken Park


– Glielo dica anche lei dottoressa in che mani è il suo uccello…
-Non potrebbe essere in mani migliori…credimi…mmmm

Ogni volta che esce un nuovo capitolo del franchise “Jurassic Park”, il nostro cervello trash non fa altro che pensare al pezzo più pregiato dei film ispirati al lavoro di Crichton/Spielberg. Altro che blockbuster americano! E sì che di cose che hanno cercato di seguire la scia, ce ne sono state parecchie (a tal proposito si cita il godurioso “Dinosaur Island”), ma niente, nulla e nessuno, ha raggiunto le vette di “Chicken Park”. Jerry Calà dirige Jerry Calà. Ed è tutto dire.

Dietro a tutto ciò troviamo quel volpone di Galliano Juso che convince e sfrutta l’aurea del comico simbolo della più banale comicità anni 80, della “Milano da bere”, dei film come “Rimini, Rimini” e dei cinepanettoni dell’epoca. Eroe, bisogna riconoscergli, di “scult” spesso memorabili.

Qui il buon Jerry fa un passo avanti e oltre ad essere il capo comico esordisce alla regia. Ci troviamo ovviamente nel campo della parodia, mai stata un fiore all’occhiello per il cinema italiano e diventata sempre più una zona oscura per gli artisti nostrani, come testimonia ad esempio anche “Il silenzio dei prosciutti” di Greggio uscito sempre nel 1994. Beh, inutile dire che la somma di queste cose dà un risultato piuttosto scontato e “Chicken Park” entra di diritto nel giro dei peggiori film italiani di tutti i tempi. Calà su sceneggiatura di Gino Capone e storia di Juso, cita alla cazzo una serie infinita di altri film, componendo una serie di scenette incollate alla meglio.

Dopo un lungo e inutile intro su un aereo (dove compare un’avvenente hostess interpretata da una giovanissima Alessia Marcuzzi) “Chicken Park” entra nel vivo, mostrandoci quel filo di storia che cerca di tenere tutto incollato. Vladimiro (Calà), allevatore di polli boicottato(?), si reca nella Repubblica Dominicana con Joe, l’ultimo gallo rimasto nonché esemplare da combattimento. Joe viene misteriosamente rapito dopo aver vinto il primo incontro. Vladimiro indaga e finisce a Chicken Park un posto in cui il Dr.Eggs sta generando enormi polli, aiutato dalla sua assistente Sigourney (Demetra Hampton). Vladimiro con l’aiuto dell’assistente di Eggs cerca di fuggire da questa trappola mortale.

Tra scene create per allungare il minutaggio si notano diversi tentativi di parodiare film famosi. Tentativi eh, che a parte “Jurassic Park” vedono “Alien”, “The Deer Hunter”, “The Addams Family”, “Edward Scissorhands”, “Rambo”, “Home Alone” e pure la parodia della parodia di “Hot Shots” e “Airplane!”. E a incorniciare il tutto ci pensano degli effetti speciali che avrebbero fatto pena pure al buon Ed Wood.

Inutile aggiungere che Jerry Calà dietro la macchina da presa è assolutamente fuori posto e davanti ripropone tutto il suo stile di (non)recitazione togliendoci però il piacere dei tormentoni come “Capittooooo!” o “Libidine! Doppia libidine coi fiocchi”. Un disastro su tutta la linea, peggiorato dalle musiche di Smaila (inascoltabile il rap che apre e chiude il film) da momenti pecorecci e da diversi episodi omofobici che toccano l’apice con la lotta con un gallo…gay.
Ma tutte queste cose non sono la cosa più strana di “Chicken Park”, perché non si spiega la presenza di Rossy De Palma, passata da Almodóvar a Calà. Non bisogna aggiungere altro.

Ad alleviare un po’ le pene della visione di questo film ci pensa Demetra Hampton alla quale va l’onere di dire battute a doppio senso e di mostrare le immancabili tette. Demetra Hampton all’epoca viveva ancora sull’onda lunghissima della serie TV “Valentina” in cui sfoderava tutta la sua bellezza. Da qui, curriculum alla mano, inizia la sua lenta uscita dalle scene. Un caso? Chissà, di certo e nonostante tutto il male che si possa dire su questo film, che ha ottenuto però, un notevole successo in TV, non ha inciso sulla carriera di Alessia Marcuzzi impegnata in un piccolo doppio ruolo (hostess e sexy ragazza nel bosco) prima di diventare un volto noto della TV.

 

 

 

Scheda Tecnica
Titolo Originale: Chicken Park
Titoli alternativi: Pollo jurásico (Spagna), Park jajcarski (Polonia), Парк Куриного Периода (Russia), Piliç parki (Turchia)
Anno: 1994
Nazione: Italia
Regia: Jerry Calà
Cast: Jerry Calà, Demetra Hampton, Harold Davies, Jeff Blynn, Simone Canosa, Joanna Chatton, Alessia Marcuzzi, Antonio Covatta, Massimo Ciprari
Casa di produzione: Metrofilm
Durata: 98’

 

 

 

Tags:  

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>