Alien degli abissi

Alien degli abissi

 

-Non stai difendendo una postazione in Vietnam
-Lascia perdere il fottuto Vietnam e sta a sentire: ho giurato che avrei firmato quei maledetti verdi e lo faro!

Inutile sprecare parole sulle fonti di ispirazione di questo film. D’altronde il titolo “Alien degli Abissi” spiega molto, se non tutto. Non spiega però che il buon Antonio Margheriti ha perso parecchio smalto e che Tito Carpi, che scrive la sceneggiatura, non è da meno. Anzi, il problema principale è proprio la sceneggiatura.

E eccoci dunque in un fanta-horror noiosissimo divisibile in due parti. La prima fanta-ecologista e la seconda avventurosa e horror. Un film in cui l’immancabile mostro spunta da qualche profondità e si mostra in tutto il suo splendore solo alla fine e che descrive i cattivi come spietati speculatori delle risorse naturali. L’impresa che sta distruggendo il mondo si chiama E-Chem è possiede una centrale nucleare su un’isola tropicale, vicino alla bocca di un vulcano che riempiono di rifiuti tossici. Al cui comando c’è il buon Charles Napier che interpreta Kovacks un colonnello che se frega di tutto e di tutti e persegue il suo obiettivo. Lee e Jane interpretati da Robert Marius e Julia McKay (cioè Marina Giulia Cavalli) sono due ecologisti che vogliono entrare nel sito industriale e indagare su quello che sta facendo la E-Chem.

Dopo essere stati scoperti e catturati, Jane riesce a fuggire e grazie all’aiuto di un erpetologo (mah…) che vive da tempo sull’isola e in seguito torna nel sito per liberare Lee, il quale però è stato contaminato da una sostanza. Ma il problema più grosso è rappresentato dal mostro che esce dal profondo del vulcano e fa un massacro, galvanizzato probabilmente dai rifiuti tossici che gli hanno gettato in testa per diverso tempo.
Tra dialoghi più che didascalici, situazioni prevedibili, una recitazione pessima, effetti speciali inguardabili Margheriti ci intossica con un film difficile da seguire e difficile da capire. Un bel b movie, visto dalla nostra ottica, che vede anche la presenza di Luciano Pigozzi sotto il nome di Alan Collins.

 

Scheda Tecnica
Titolo originale: Alien degli Abissi
Titoli alternativi: Hirviö syvyydestä (Finlandia), Alien – La créature des abysses (Francia), Alien – Tromos ston okeano, Άλιεν – Τρόμος στον Ωκεανό (Grecia), Alien from the Deep (Filippine), Obcy z glebi (Polonia), Пришелец из глубины (URSS), Aliens del abismo (Spagna), Das Alien aus der Tiefe (Germania), Alien from the Deep (Internazionale)
Anno: 1989
Nazione:
Regia: Antonio Margheriti
Cast: Marina Giulia Cavalli, Charles Napier, Rober Marius, Luciano Pigozzi, Daniel Bosch
Casa di produzione: Dania Film, Gico Cinematografica S.r.l., National Cinematografica
Durata: 87’
Tags:  ,

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.