Category Webserie & TV

The Rain

The Rain


Stay Dry. Stay Alive

Piove! Virus ladro! L’apocalisse arriva in Danimarca e coinvolge pure parte della Svezia, in una serie che è una delle grandi novità di quest’ultimo mese. Perché siamo nella prima produzione danese di “Netflix” (che continua con un’apertura alle nuove proposte davvero interessante) e probabilmente nel primo post-nuke ambientato lassù. In effetti, la Danimarca e la Scandinavia, in genere, ci hanno dato in questi ultimi anni diverse e interessanti serie thriller, ma mai, a memoria (almeno) una cosa in cui si parla di apocalisse.

Quindi la questione “The Rain” si fa interessante, anche se di serie sull’apocalisse ne sono piene le fosse e questa cosa fa scattare l’allarme di essere davanti a un già (stra)visto...

Read More

La Casa di Carta

La Casa di Carta


Sai dove sono finiti tutti quei soldi? Alle banche. Direttamente dalla zecca ai più ricchi. Qualcuno ha detto che la BCE è una ladra? Iniezione di liquidità, l’hanno chiamata. E l’hanno tirata fuori dal nulla Raquel, dal nulla.

Ogni volta che aprivo “Netflix”, spuntava questo titolo, che però non mi diceva granché. Poi, amici, social e siti vari cominciano prepotentemente a parlarne come il capolavoro del 2018 (2018 per l’Italia intendo) e quindi che vuoi fare? Puoi perderti una serie su una rapina, anzi, sulla rapina del secolo? Per di più una serie spagnola, quindi una cosa originale? Ma no, certo che no.

E quindi, ho iniziato a guardare le prime due serie de “La Casa di Carta”, serie di Alex Pina, trasmessa in Spagna, un anno fa sul canale “Ante...

Read More

The Walking Dead – ottava stagione

The Walking Dead – ottava stagione

E come ogni anno siamo qui ad autoflagellarci parlando di “The Walking Dead” e chiedendoci perché, nonostante tutto, lo continuiamo a guardare. Prima di iniziare e sebbene sia già passata una settimana e supponiamo che abbiate visto tutto è giusto dirvi che qui andiamo giù pesantemente di spoiler.

Ora possiamo iniziare. L’ottava stagione di una serie ormai in crisi di idee da almeno tre stagioni (se non quattro), era nelle intenzioni degli autori, quella della svolta. Quella di meno chiacchiere (il più grande difetto), più azione e fazzoletti grondanti lacrime di tristezza. Detta così ci si poteva immaginare una via alla maniera di “Games of Thrones”, nessuna pietà nemmeno per i protagonisti, colpi di scena in ogni dove e capovolgiment...

Read More

The Deuce

The Deuce


The judges are not trying to decide whether or not something is too dirty, only whether it has any…socially redeeming value

Una serie sulle “origini del porno” è per questo sito, un’idea molto interessante. Se poi, come ovvio, tutto è ambientato negli anni settanta, in una delle città culturalmente più attive, questa diventa una serie semplicemente imperdibile. Il nostro problema però è che tendiamo a mitizzare gli anni settanta, pensando che fosse tutto un proliferare di idee spiazzanti, tra feste, Andy Warhol, locali alla moda, gente divertente e un po’ folle, vestita con camicie con il colletto a punta e con i baffoni. Ma in realtà c’è molto altro sotto, come brillantemente descritto in “The Deuce” serie di otto puntate, ideata da George Pelecanos e Da...

Read More

Fear The Walking Dead

Fear The Walking

Dead

la paura è che continui ancora per molto

Piccola storia triste di speranze disilluse. È da febbraio 2016 che guardo con passione “Fear The Walking Dead” lo spin-off di “The Walking Dead”, perché spero che di assistere a un evento che aggiunga qualcosa alla saga dei morti che camminano della premiata ditta AMC. Ma niente.
E non è colpa mia o della spasmodica voglia di vedere dove la cattiveria umana possa andare o di come gli zombi possono mangiare “i morti che camminano”, ma è di chi ha creato l’attesa e instillato le false speranze. Perché ricordo bene che “Fear The Walking Dead” fu annunciato come un prequel del suo fratello maggiore e che doveva essere una serie che indagava sulle cause di questa invasione...

Read More

Série Rose

Série Rose


Dans le secret des bibliothèques, derrière les reliures sévères et précieuses, se cachent bien des mystères. Les plus doux de ces mystères nous viennent des grands écrivains eux-mêmes.

Come si chiamava quella serie erotica? Quella che andava in onda alla fine degli anni ottanta e nei primi anni novanta in seconda serata sulle reti regionali? Sono passati così tanti anni che ce lo siamo chiesto diverse volte prima di trovare la riposta. E la riposta è “Série Rose”.

Una serie particolare che mischiava letteratura ed erotismo, con eleganza e tanta bravura. Cultura e tette insomma, per parlare in maniera volgare del binomio perfetto...

Read More

The Lady 3: la perfidia patinata

The Lady 3: la perfidia

patinata

Ode all’intelligenza del trash


Partiamo da un punto e ci troviamo in un altro. Saliamo al top, scendiamo negli inferi e risaliamo. Il centro della sfera è il buco nero che ci inghiotte

Poche ore fa si è chiusa una pagina importante delle serie e Webserie italiane. È terminata la terza stagione di “The Lady”, l’ultima in assoluto. A quanto pare.

Sui social e su siti vari qualche hater festeggia, “speriamo che anche tu ti ritiri dalle scene”, dimostrando di non aver capito un cazzo, oltre a essere il primo fattore di successo di “The Lady”. Altri con ironia piangono la fine e qualcuno anche con sincerità (i gusti sono gusti eh!).
Noi siamo convinti di quanto detto per la prima serie, ribadito per la seconda e confermato per la terza: Lo...

Read More

Viva Negan! Morte a Rick!

Viva Negan!

Morte a Rick!


È finita la settima stagione di “The Walking Dead” e ci sale un senso d’ingiustizia e parecchia noia dal nostro marcescente profondo. Anche se “TWD” è un prodotto mainstream e quindi lontano dalla nostra linea editoriale (linea editoriale in senso ironico eh!) non possiamo fare a meno di dire qualcosa in merito. Anche perché la serie TV ha come fondo un tema a noi caro: gli zombie. Va bene, va bene, i morti viventi del titolo non sono loro, ma quelli che scappano, ma tant’è, lo zombie c’è, sempre meno, ma è ben realizzato.

Dopo sette lunghi anni e parecchie avventure, che potevano essere riassunte in metà puntate, perché onestamente molto spesso non capita nulla, siamo giunti a un verdetto: Rick ha rotto i coglioni...

Read More

Ghost Cam

Ghost Cam


If you are soon to die your ghost will appear

Siamo d’accordo con l’opinione diffusa che il cinema abbia lasciato alle Serie TV, un tempo viste come la peste, l’onore di sperimentare. Ma ancor più lanciate verso gli esperimenti sono le Webserie e tra queste “Ghost Cam” è uno degli esempi nostrani più strani, bizzarri e interessanti che abbiamo visto quest’anno.

Valentina Bertuzzi dirige e scrive con la sorella Francesca una storia che è la versione 2.0 di due grandi classici dell’orrore: la morte e i fantasmi. Due argomenti non facili se consideriamo le migliaia di variazioni e di proposte sul tema.
Ma Valentina Bertuzzi trova una via originale, utilizzando in vario modo i social e i nuovi mezzi di comunicazione...

Read More

The Lady – L’odio passionale

The Lady

L’odio passionale


Quando c’è troppo silenzio ci sentiamo soli, quando c’è troppo rumore s’impazzisce, sto cercando la sonorità giusta

L’insuccesso come il successo, porta a montarti la testa. La nostra Lory Del Santo regina del trash 2.0, addirittura piazza un filo di storia nella prima puntata della seconda serie “The Lady”. Non contenta chiama un personaggio Zora (come la nota vampira) e ingaggia pure Maccio Capatonda.

Tra culi, addominali e tette qualcuno ruba la borsa a The Lady, le hackera il computer e manda in crisi i suoi affari. È Zora. Una bionda (s)vestita di nero che dice di essere la vera Lady, che vuole detronizzare Lona, standosene in succinti abiti in un posto abbandonato con i suoi tirapiedi che lottano (si fa per dire) tra di loro.

Una svolta nella...

Read More