commedia sexy italiana tagged posts

Rimini, Rimini

Rimini, Rimini


– Gildo che cosa fai?
– Niente, raccoglievo la forchetta.
– Non ne avrai mica approfittato per guardarmi le gambe? Lo sai che non porto le mutandine?
– Ah, mi sembrava tu avessi delle mutandine nere di peluche..

Colpa dei Vanzina o della tradizione dei film vacanzieri? Beh, forse non è colpa di nessuno dei due se dopo “Sapore di mare” prolificano negli anni ottanta e prima parte anni novanta una serie di filmetti scollacciati e senza arte, che riprendono il tema vacanziero e che ottengono quasi sempre buoni riscontri al botteghino. Alla fine la colpa è di produttori e sceneggiatori, semmai, che si lanciano, come sempre, su un soggetto potenzialmente redditizio.

La colpa in “Rimini, Rimini” è invece di Serena Grandi, che ci obbliga a scindere questa recensione ...

Read More

Giovannona Coscialunga disonorata con onore

Giovannona

Coscialunga

disonorata con onore

Non pe’ fa’ la superbia ma al paese mio mi chiamano Giovannona Coscialunga, però Robertuzzo mi ha fatto cambiare… dice che Cocò mi rende più fine

Nessuno disonora la Giovannona del titolo, perché nessuno può disonorare la Regina Edwige. E soprattutto perché questo titolo da decamerotico è molto esagerato rispetto a quello che in realtà si vede.

Comunque gli amanti della commedia erotica all’italiana, non hanno da lamentarsi vedendo questo film di Sergio Martino (soggetto scritto dal fratello Luciano e da Carpi e sceneggiatura da Milizia, Mercuri e Veo), che non delude le attese, grazie soprattutto a un ottimo cast usato al meglio...

Read More

La liceale nella classe dei ripetenti

La liceale nella classe

dei ripetenti


Io ho una fidanzata molto moderna: si droga, vede questi film moderni, Arancia Meccanica, Banana Metallurgica…

E per una volta nella commedia erotica all’italiana cambiano le cose. Beh, senza esagerare a dire il vero, ma qualcosa di diverso qui c’è. A iniziare da Gianfranco D’Angelo che parte da un podere in campagna su un cavallo per andare a scuola. È un fascistello ma non insegna ginnastica come al solito, si chiama Pinzarroni e viene accolto dal bidello Anacleto (Jimmy il Fenomeno) e da Alvaro Vitali che nel frattempo è diventato professore (oltre a fare scoregge il nostro studiava di nascosto anvedi ‘sto stronzo…).

La bella non tarda ad arrivare ed è accompagnata dal padre: Lino Banfi che a quanto pare ha avuto una figlia alta ...

Read More

L’insegnante va in collegio

L’insegnante va

in collegio


Non lo sai che la condizione della donna è cambiata? Devi metterti in testa che io non sono un oggetto a tua disposizione e l’iniziativa la prendo quando voglio io!

La scena è di quelle che non si dimenticano nemmeno dopo tanti anni. Edwige si spoglia insegnando l’inglese e il coro, di studenti, ribatte con un “Bona! Bona!”. È il segno che il secondo film del filone “Insegnanti” prende le distanze dal predecessore cercando una via più facile e immediata. Pure troppo a dire il vero.

Mariano Laurenti che prende il posto di Cicero alla regia, lavora sempre su una sceneggiatura di Francesco Milizia il quale sembra non voglia correre rischi prendendo in toto i canovacci del genere...

Read More

L’insegnante di violoncello

L’insegnante di

violoncello


Se un figlio ti chiede un vestito per ben figurare degnamente a una serata di balletti coreani, non si può che essere terribilmente fieri di lui. La maestra di violoncello è d’accordo?

Questo film è stato girato negli anni settanta ed è, oltre essere un degno esemplare di commedia sexy dell’epoca, un grande precursore delle commedie balneari in stile Vanzina. Poi la lobby dei registi della commedia sexy, l’ha boicottato perché il regista Lorenzo Onorati era uno di quelli scomodi che andavano contro il potere, con film come “Luana la porcona”, per dire. Ehm. Sì, certo, non è vero nulla, ma ci piacerebbe tanto che lo fosse per giustificare una pellicola orrenda sotto ogni punto di vista.

Tentativo fuori tempo massimo (siamo nel 1989 ma qualcuno ...

Read More

La soldatessa alle grandi manovre

La soldatessa alle

grandi manovre


Mammà…io me ne fotto di fare il generale. Io avrei voluto fare l’ostetrico. Sì! Per mettere sempre le mani in quel posto! Invece voi mi avete fatto fare la carriera militare


La soldatessa (che poi è un medico) Eva Marini, si commiata con uno studio sulla repressione sessuale dei militari. Una grande, bella e suggestiva idea.
Beh, non è certo una svolta seria e i nostri militari repressi sono pronti a esplodere come bottiglie di spumante, a suon di scorregge, seghe, rutti e scherzi da caserma.

Il buon Nando Cicero dietro la macchina da presa e dietro alla sceneggiatura non vuole correre rischi e si affida a un cast di stelle che non può fallire. Così troviamo oltre ad Edwige Fenech, Renzo Montagnani, Lino Banfi, Gianfranco D’Angelo, Alvaro Vit...

Read More

Maschio latino cercasi

Maschio latino cercasi


-mi è rimasta in gola una sorcona che se nun me la faccio ce moro. Però me deve dì, ci sarà l’amnistia?
-ah già l’amnistia! Ma certo domani ci sarà l’amnistia. E il progetto è stato approvato dai partiti della maggioranza
-Amnistia…l’Italia è il paese delle amnistie, diciannove in venticinque anni! Troppe!

C’è un amico al bar che ripete “L’affare s’ingrossa”, ogni volta che c’è un piccolo problema o quando vuole fare lo spiritoso. Questo riferimento sessuale deve averlo preso da questo film del 1977, conosciuto anche come “L’affare s’ingrossa”. E va detto che fa più ridere lui, quando cerca di essere divertente, che questa pellicola.

Giovanni Narzisi è uno che nel cinema si è occupato più di fotografia che di altro e si è ...

Read More

L’insegnante

L’insegnante

Onorevole lo deve portare a puttane. Quello se non si sfoga…scoppia

Pionieristico con tutti i limiti di chi si avventura in nuovi territori, “L’insegnante” merita un posto nella storia nonostante non sia un film memorabile. A questo aggiungiamo la presenza e il relativo colpo a vuoto di tre mostri sacri della commedia sexy all’italiana come Nando Cicero, Tito Carpi e Francesco Milizia. Il primo alla regia e gli altri due a scrivere storia e sceneggiatura. Ma difetti a parte è con questo film, girato a Cefalù, che s’inizia a parlare di insegnanti ed è con questo film che iniziano tutte le declinazioni del genere che danno vita a un’infinita lista di sottogeneri.

“Malizia” di Samperi è indubbiamente la fonte d’ispirazione, il punto da cui partire e di c...

Read More

Scandalo in famiglia

Scandalo in famiglia



Per vedere “Scandalo in famiglia” abbiamo dovuto lavorare sodo. Su internet, sui siti specializzati, nei pochi negozi di nicchia rimasti. Abbiamo fatto le ore piccole sulle televisioni regionali e alla fine abbiamo svuotato gli scatoloni delle VHS in cantina. Polveroso e dimenticato era lì, su una videocassetta traballante. Un’avventura difficile. Segno di un film che forse anche la stessa protagonista, Gloria Guida, ha dimenticato. Segno di un filone della commedia o del dramma italiano molto inflazionato e pieno di titoli degni dell’oblio. Segno che “Scandalo in famiglia” è uno di quegli episodi che cercano di seguire l’onda del momento ma che non riescono a incidere.
Marcello Andrei si butta nelle storie incestuose tanto in auge a metà anni settanta, con un film ...

Read More

La compagna di viaggio

La compagna

di viaggio

-Abbiamo due miliardi e trecento milioni di debito
-Che non pagheremo mai!
– Sì ma…abbiamo il film…lo vogliono tutti, dicono che è un film da Oscar, lo vogliono anche al Festival di Venezia
-Ma se non lo vogliono nemmeno a quello di Zagarolo…ragioniere…come ci siamo ridotti

Se per una volta su un treno le cose vanno male, non è colpa delle pessime Ferrovie dello Stato ma di un regista la cui idea deraglia senza alcuna possibilità di salvezza.
Solo un anno dopo il suo già tremendo film ambientato sui vagoni, Ferdinando Baldi usa la stessa ambientazione per una commedia erotica all’italiana. Non fa ridere. Ha delle bellissime attrici. E cerca, come succede spesso in Italia, di arrangiarsi come può.

Alla stessa maniera de “La ragazza del vagone letto” ...

Read More