commedia sexy italiana tagged posts

L’insegnante di violoncello

L’insegnante di

violoncello


Se un figlio ti chiede un vestito per ben figurare degnamente a una serata di balletti coreani, non si può che essere terribilmente fieri di lui. La maestra di violoncello è d’accordo?

Questo film è stato girato negli anni settanta ed è, oltre essere un degno esemplare di commedia sexy dell’epoca, un grande precursore delle commedie balneari in stile Vanzina. Poi la lobby dei registi della commedia sexy, l’ha boicottato perché il regista Lorenzo Onorati era uno di quelli scomodi che andavano contro il potere, con film come “Luana la porcona”, per dire. Ehm. Sì, certo, non è vero nulla, ma ci piacerebbe tanto che lo fosse per giustificare una pellicola orrenda sotto ogni punto di vista.

Tentativo fuori tempo massimo (siamo nel 1989 ma qualcuno ...

Read More

La soldatessa alle grandi manovre

La soldatessa alle

grandi manovre


Mammà…io me ne fotto di fare il generale. Io avrei voluto fare l’ostetrico. Sì! Per mettere sempre le mani in quel posto! Invece voi mi avete fatto fare la carriera militare


La soldatessa (che poi è un medico) Eva Marini, si commiata con uno studio sulla repressione sessuale dei militari. Una grande, bella e suggestiva idea.
Beh, non è certo una svolta seria e i nostri militari repressi sono pronti a esplodere come bottiglie di spumante, a suon di scorregge, seghe, rutti e scherzi da caserma.

Il buon Nando Cicero dietro la macchina da presa e dietro alla sceneggiatura non vuole correre rischi e si affida a un cast di stelle che non può fallire. Così troviamo oltre ad Edwige Fenech, Renzo Montagnani, Lino Banfi, Gianfranco D’Angelo, Alvaro Vit...

Read More

Maschio latino cercasi

Maschio latino cercasi


-mi è rimasta in gola una sorcona che se nun me la faccio ce moro. Però me deve dì, ci sarà l’amnistia?
-ah già l’amnistia! Ma certo domani ci sarà l’amnistia. E il progetto è stato approvato dai partiti della maggioranza
-Amnistia…l’Italia è il paese delle amnistie, diciannove in venticinque anni! Troppe!

C’è un amico al bar che ripete “L’affare s’ingrossa”, ogni volta che c’è un piccolo problema o quando vuole fare lo spiritoso. Questo riferimento sessuale deve averlo preso da questo film del 1977, conosciuto anche come “L’affare s’ingrossa”. E va detto che fa più ridere lui, quando cerca di essere divertente, che questa pellicola.

Giovanni Narzisi è uno che nel cinema si è occupato più di fotografia che di altro e si è ...

Read More

L’insegnante

L’insegnante

Onorevole lo deve portare a puttane. Quello se non si sfoga…scoppia

Pionieristico con tutti i limiti di chi si avventura in nuovi territori, “L’insegnante” merita un posto nella storia nonostante non sia un film memorabile. A questo aggiungiamo la presenza e il relativo colpo a vuoto di tre mostri sacri della commedia sexy all’italiana come Nando Cicero, Tito Carpi e Francesco Milizia. Il primo alla regia e gli altri due a scrivere storia e sceneggiatura. Ma difetti a parte è con questo film, girato a Cefalù, che s’inizia a parlare di insegnanti ed è con questo film che iniziano tutte le declinazioni del genere che danno vita a un’infinita lista di sottogeneri.

“Malizia” di Samperi è indubbiamente la fonte d’ispirazione, il punto da cui partire e di c...

Read More

Scandalo in famiglia

Scandalo in famiglia



Per vedere “Scandalo in famiglia” abbiamo dovuto lavorare sodo. Su internet, sui siti specializzati, nei pochi negozi di nicchia rimasti. Abbiamo fatto le ore piccole sulle televisioni regionali e alla fine abbiamo svuotato gli scatoloni delle VHS in cantina. Polveroso e dimenticato era lì, su una videocassetta traballante. Un’avventura difficile. Segno di un film che forse anche la stessa protagonista, Gloria Guida, ha dimenticato. Segno di un filone della commedia o del dramma italiano molto inflazionato e pieno di titoli degni dell’oblio. Segno che “Scandalo in famiglia” è uno di quegli episodi che cercano di seguire l’onda del momento ma che non riescono a incidere.
Marcello Andrei si butta nelle storie incestuose tanto in auge a metà anni settanta, con un film ...

Read More

La compagna di viaggio

La compagna

di viaggio

-Abbiamo due miliardi e trecento milioni di debito
-Che non pagheremo mai!
– Sì ma…abbiamo il film…lo vogliono tutti, dicono che è un film da Oscar, lo vogliono anche al Festival di Venezia
-Ma se non lo vogliono nemmeno a quello di Zagarolo…ragioniere…come ci siamo ridotti

Se per una volta su un treno le cose vanno male, non è colpa delle pessime Ferrovie dello Stato ma di un regista la cui idea deraglia senza alcuna possibilità di salvezza.
Solo un anno dopo il suo già tremendo film ambientato sui vagoni, Ferdinando Baldi usa la stessa ambientazione per una commedia erotica all’italiana. Non fa ridere. Ha delle bellissime attrici. E cerca, come succede spesso in Italia, di arrangiarsi come può.

Alla stessa maniera de “La ragazza del vagone letto” ...

Read More

Buona come il pane

Buona come il pane

-E allora sposalo…
-Ma lui crede che io sia colta, istruita, di buona famiglia e anche vergine!
-Vergine? Eh, eh, eh, questo matrimonio non s’ha da fare. Lascialo!
-Lasciarlo? Ma lo amo anche io! Come posso dirgli la verità?
-Verità di puttana, fa perdere la tramontana, mia cara, non glielo puoi dire…no…

Un titolo furbetto e l’esplosivo fisico della protagonista Carmen Russo è tutto quello che “Buona come il pane” offre allo spettatore.

Nella fase calante della commedia erotica all’italiana si fa quel che si può e il regista Sesani decide di puntare tutto sulla prorompente protagonista. Carmen Russo, ventitré anni, da qualche anno nel cinema di genere, è sfruttata in tutta la sua genuina bellezza. QCarmen Russouando non è nuda (ci sono alcuni momenti molto interessanti) è...

Read More

La soldatessa alla visita militare

La soldatessa

alla visita militare

-Colonnello qua è passato il nemico.
-Ma quale nemico guagliò, chesta e ‘nesercitazione.
-Allora chi ha cacato qua.
-L’anema e chi te muorto guagliò. Tu tiene proprio na vocazione per la merda!

La massima potenza della commedia sexy all’italiana. Scorregge, varie parolacce e battute volgari. Ma sempre di grande e incommensurabile potenza si tratta.
Una miscela esplosiva nata dall’epico incontro del genere con il mondo militare. Da un lato le forme femminili, le docce, le tette e dall’altro un periodo della vita al quale, soprattutto in quegli anni, non si poteva sfuggire.
Lasciata alle spalle la comicità demenziale di film alla “Generale Buttiglione”, la commedia sexy all’italiana si fionda nell’argomento con tutta la voglia di esagerar...

Read More

Il medico…la studentessa

Il medico…

la studentessa

-Gattina mia, gallinella mia, cagnetta mia, micetta mia, puledrina mia
-Ma insomma fammi capire tu sei un medico o un veterinario?
-Adesso sono soltanto un maschio!

Tre anni prima di “London Calling” dei Clash, Silvio Amadio e Claudia, il personaggio interpretato da Gloria Guida, anticipano i tempi e iniziano la guerra.
La bionda innocente qui è poco innocente, anzi è proprio cattiva o più che altro vendicativa. A Londra vuole andare, a Londra deve andare e niente e nessuno la può fermare.
Interessante idea di base. Bravi anche gli interpreti. Ma qualcosa nella sceneggiatura non funziona, perché ci sono una serie di cose non sense che minano la struttura...

Read More

La Signora Gioca Bene A Scopa?

La Signora Gioca Bene a Scopa?

Una certezza del cinema di genere è che a volte, un titolo da tutto. Un titolo è così importante, così potente, che permette anche di sprecare un cast del quale bastano solo i nomi: Carlo Giuffrè, Edwige Fenech, Oreste Lionello, Franca Valeri, Didi Perego, Gigi Ballista, Carlo Delle Piane, Enzo CannavaleEnzo Robutti. Protagonisti e spalle di prima scelta. 
“Ya! Io Scopa! Dopo Mangiato? Zempre!”
Eppure va così con “La Signora Gioca Bene A Scopa?”, ci si ferma lì, al titolo, lasciando il resto a ben poche cose interessanti.
Giuliano Carnimeo dirige nel 1974 questa commedia che fa leva su due cose: tutti i doppi sensi con il gioco delle carte del titolo e naturalmente Edwige Fenech
La Signora Gioca Bene a Scopa?
Il livello quindi è basso ma non raggiunge quel punto e...
Read More