Commedie tagged posts

Acapulco, prima spiaggia… a sinistra

Acapulco,

prima spiaggia…

a sinistra


Viva le donne che son come l’acqua santa
Quando le tocchi il miracolo non manca!

Il titolo più giusto è “Morti di figa”, molto più rappresentativo di “Acapulco, prima spiaggia… a sinistra” o di “Facciamo del nostro peggio”, quello in lavorazione. In ogni caso Sergio Martino mostra ancora una volta la sua grande versatilità e la sua capacità di essere al posto giusto al momento giusto, perché questa commedia del 1983 esce quasi in contemporanea con “Sapore di Mare” dei Vanzina, di cui sembra la parodia, con ambientazione emiliano/romagnola.

Protagonisti assoluti il duo comico bolognese Gigi Sammarchi e Andrea Roncato, più noti come Gigi e Andrea da qualche anno già famosi grazie alla Tv e a qualche film (Andrea Roncato in qu...

Read More

Rötmånad

Rötmånad


She can’t afford to have feelings.

L’esordio di Britt Christina Marinette Lindberg più nota come Christina Lindberg dicono sia una commedia. Siamo nel 1970 e la bella Christina partecipa a “Rötmånad”, tradotto in inglese con il titolo di “Dog Days”, portando con sé, già, il “titolo” di icona erotica, guadagnato grazie a vari servizi fotografici.
Alla regia c’è Jan Halldoff, un regista svedese che in carriera ha spesso toccato il tema dei giovani, dei rapporti tra le persone e qualche volta temi socio-politici è che qui come già detto, dovrebbe farci ridere o almeno sorridere...

Read More

Klown Kamp Massacre

Klown Kamp Massacre


Bring out the klowns!

Gli insegnanti di teatro sono una specie molto strana. C’è quello che bestemmia se sbagli per tre volte la dizione, c’è quello cui tutto va bene, perché basta che paghi. C’è quello che è lì solo per farsi le allieve, quelle tra l’altro cui puntavi da inizio corso. Perché poi va detto, pure gli allievi sono particolari e buona parte s’iscrivono a un corso solo per conoscere gente e possibilmente poi farci sesso.
Il contorno di workshop, stage e autoproclamati grandi maestri completa il fantasioso e controverso mondo del teatro, che porta spesso a cocenti delusioni e a volte vorresti che qualcuno facesse un po’ di pulizia. E quel qualcuno è qui in questo film.

David Valdez e Philip Gunn sono due ragazzi che crescono annoiati i...

Read More

Rag. Arturo De Fanti bancario – precario

Rag. Arturo De Fanti

bancario – precario


-È il mio amante
-Ma che cazzo stai dicendo? Mi stai prendendo in giro?
-L’hai detto tu! L’amante oggi ce l’hanno tutti, chi più chi meno

Non vi ricorderemo chi è Paolo Villaggio e cosa ha fatto nel cinema, nel teatro e in tanto altro. Non siamo qui nemmeno a riportare le testimonianze di chi l’ha conosciuto. Perché ci sono chilometri di parole in merito su siti e social. E vi invitiamo a leggerle tutte, anche perché alcune di esse sarebbero al centro di qualche battuta al vetriolo dell’attore genovese.

Noi invece lo salutiamo a nostro modo, con una commedia del 1980 meno conosciuta al grande pubblico di tanti altri suoi lavori...

Read More

Tandlæge på sengekanten

Tandlæge på

sengekanten


My deceased husband favourite expression: Does he appreciate beer, women and horn music?”

Letteralmente sarebbe il “Dentista sul letto”, di certo più accessibile per noi dell’originale “Tandlæge på sengekanten”. Ambiente odontoiatrico dunque per il secondo film della serie “Sengekanten” che a parte questa variazione ripropone gli stessi attori e autori. Ole Søltoft, Søren Strømberg e Birte Tove diretti come sempre da John Hilbard con la “Palladium Film” che produce.

Le fondamenta così come le dinamiche sono sempre quelle e il buon Søltoft è il solito incapace che deve dimostrare a una ricca zia di essere un “decente esTandlæge på sengekantensere umano”, non tanto capace di gestire un’azienda, ma dimostrare un certo amore per la vita...

Read More

Slash

Slash


Internet Rule 34 / If It Exists, There’s Porn of It

Dalla locandina sembra un film molto divertente con un briciolo di fantascienza o qualcosa del genere. In più ci sono frasi prese da varie recensioni che lo definiscono “really funny”. Allora deve essere uno spasso questo film del 2016 di Clay Liford. Però minuto dopo minuto scopriamo che non si ride come pazzi, anzi. È una commedia d’accordo, però non demenziale e porta con sé dei messaggi profondi.

Una storia su cui lo stesso regista ha riflettuto molto. Realizza qualche anno prima un corto che in realtà è un “test” per capire se la storia funziona e le reazioni del pubblico...

Read More

The Love Witch

The Love Witch


-I think if you want love, you have to give love. Giving men sex is a way to unlocking their potential
-You sound as if you’d been brainwashed by the patriarchy

La prima certezza è che Anna Biller ha molto da raccontare. Due ore tonde per un film che, riassumendo, racconta di problemi sentimentali. Un minutaggio infinito, di certo eccessivo, per una storia che poteva essere concentrata in un tempo standard.

Ma Anna Biller compie una magia. Le sue due ore non sono mai noiose, scivolano via con facilità, leggerezza e sorriso sulle labbra. Che sia stregoneria, come quella della protagonista o bravura noi non abbiamo dubbi (la seconda certo) e se non bastasse, la regista crea un film esteticamente bellissimo.

Con la magia vintage del Technicolor Anna Biller s’inoltra in...

Read More

Sex Thief

Sex Thief


He stole their jewels. All they reported was the robbery.

Non è una rivoluzione ma è di certo rivelazione. Perché sicuramente non c’era nessuno all’epoca che poteva prevedere la carriera di Martin Campbell, che dopo realizza un’altra commedia, “Eskimo Nell”, prima di (con calma e pazienza) finire a Hollywood e realizzare “The Mask of Zorro”, “Casino Royale” nel 2006, “The Legend of Zorro” e “Green Lantern” tra i tanti lavori.
Eppure questa commedia sexy british scritta da Micheal Armstrong e da Tudor Gates (già all’opera in “Barbarella”, “Diabolik” e in alcuni film della “Hammer”) mostra alcune cose interessanti. Non rivoluzionarie ma differenti dai film del genere...

Read More

Orazi e Curiazi 3-2

Orazi e Curiazi 3-2


Son la più meravigliosa
ogni uomo mi vuol sposa
però al mondo ho detto addio  mi son fatta un Dio!

Sembra scritto da un leghista vecchia maniera, di quelli che urlavano “Roma Ladrona” e completato da un leghista di ultima generazione di quelli che alimentano l’odio gratuitamente. Insomma è scritto da chi non sa scrivere. Marcello Casco e Giorgio Mariuzzo il secondo autore di altre commedie sexy all’italiana e pure regista di questa pellicola, si lanciano nel filone della parodia storica come metafora della società contemporanea. Che detta così, può sembrare pure una cosa seria, ma è un sotto filone che ha creato in Italia film del tipo “Nerone”, “Remo e Romolo” di Pingitore e Castellacci, “Per Amore di Poppea” di Laurenti e che è stato ripre...

Read More

Yoga Hosers

Yoga Hosers

-You live on your phones! You have no idea how to function like normal people in the real world.
-Ms.Wicklund, This isn’t the real world.
-This is Canada.


Da quasi comparse a protagoniste. Promosse. E viene da pensare che Harley Quinn Smith e Lily-Rose Depp siano salite di ruolo grazie al cognome che portano. Un pensiero cattivo che svanisce quando ci rendiamo conto che le due sono l’aspetto migliore del secondo capitolo della trilogia “True North” iniziata con “Tusk”. E quindi chiudiamo un occhio di fronte a questo palese caso di nepotismo.

Con papà Kevin dietro la macchina da presa e l’altro papà Johnny di nuovo nei panni di Guy Lapointe e mamma Vanessa in un piccolo cameo, le due fanciulle giocano in casa e si divertono (anche troppo a volte) e soprattutto ci d...

Read More