Demenziali tagged posts

Arrapaho

Arrapaho

-Dimmi Capo di Bomba, a chi vuoi più bene, a papà, o a mammà?
-A Pippo Baudo
-Vaffanculo

In tutti questi anni di attività, abbiamo evitato in tutti i modi di parlare di questo film. Non per un senso di superiorità, anzi, il contrario, perché parlare di “Arrapaho”, è parlare di un qualcosa conosciuto da tutti, su cui non c’è nulla da aggiungere. Se poi guardiamo e leggiamo gli speciali di “Stracult” e di “Nocturno”, si può dire che “Arrapaho” sia stato declinato e omaggiato in tutti i modi possibili.

Solo che poi un giorno inizia una discussione con gli amici, si cita il tormentone “Ciao…comprati Arrapaho” si aggiunge la versione bootleg (Ciao…comprati Arrapaho/con la maglia di Falcao e le scarpe ricoperte di cacao) che girava da queste part...

Read More

Piranha 3DD

Piranha 3DD


-Chet, tell me you did not fire our lifeguards and replace them with… strippers.
-Water-certified strippers

La doppia “d” del titolo non indica il sequel o qualche altra diavoleria del 3D. È una cosa più profonda, cioè la misura dei bikini e reggiseni delle protagoniste. Se aggiungiamo che c’è una mucca morta in un lago che scoreggia uova di piranha per poi esplodere che segna l’inizio di questo film, possiamo dire che il contesto è molto chiaro. Vero?

La genesi è molto semplice. John Gulager regista della trilogia di “Feast” riceve un giorno una telefonata in cui gli offrono la regia del sequel “Piranha 3D”. L’obiettivo è uno solo: fare un film divertente...

Read More

Piranha 3D

Piranha 3D


-Check it out, they’re fish with boobies.
-Derrick Jones: Oh, if fish looked like that, I would fuck fish. I would only fuck fish!

“Armi di masturbazione di massa” o dall’originale “weapons of mass…turbation” è la battuta che meglio identifica “Piranha 3D”, che appunto, altro non è, che masturbazione. E lo diciamo con valenza positiva, perché questo film è brutto, assurdo, esagerato e con effetti speciali a volte fatti male. Ma abbiamo la certezza che sia un obiettivo prefissato e ampiamente raggiunto.

A farci pensare tutto ciò, oltre alla storia paradossale, c’è la presenza di Alexandre Aja alla regia, c’è un cameo di Eli Roth (che finisce a pezzi) e quelli di Richard Dreyfuss e Christopher Lloyd...

Read More

The Mini-Skirt Gang

The Mini-Skirt Gang


Dragon boat in flames!

La terza e ultima incursione della danese Birte Tove in Asia agli ordini dei funambolici “Shaw Brothers”, si può definire solo in un modo: inutile. “Feng kuang da ben zei” più conosciuto come “The Mini-Skirt gang” è un film, semplice, semplice, senza un vero scopo o una vera trama.
La bionda e bella attrice a parte dare un tocco di esoticità a un cast orientale (da occidentali dovremmo dire che lavora con un cast esotico) non spiega e non giustifica la sua presenza e la sua leadership in un gang di truffatrici in minigonna. E ben presto si capisce qual è l’obiettivo di questo film: mostrare scene più che gratuite di docce, tette e gambe, con semplicissimi combattimenti di arti marziali.

Si segue la struttura che ogni film c...

Read More

Zombie Ass: The Toilet of the Dead

Zombie Ass:

The Toilet of the Dead


We Are Going to Flush You!

Cessi intasati, scorregge, diarrea, mostri che escono dal culo. Quello che si può definire un film di merda. Noburo Iguchi regista giapponese di culto, fornisce un brillante esempio di parodia splatter, ottimamente realizzata. In “Zonbi Asu”, tradotto in inglese con “Zombie Ass: Toilet of the dead” si toccano punte weird e bad taste non indifferenti. Momenti in cui lo schifo è talmente forte da inorridire anche il più scafato divoratore di film splatter e di b movie.
L’amalgama di tutta questa merda, porta però a un risultato finale convincente, perché questo è un film divertente, folle, che prende in giro il genere pur utilizzando tutti i canoni dello stesso, criticando anche la società giapponese.Zombie Ass: The Toilet of the Dead

Un’ottim...

Read More

Os Trapalhões na Guerra dos Planetas

Os Trapalhões na

Guerra dos Planetas



Now that I have the other half of the Brain computer. I’ll have control over this galaxy

Le astronavi di Star Wars fanno tappa in Brasile, creando a quello che alcuni chiamano il “Brazilian Star Wars”, cioè l’ennesimo episodio ispirato alla saga. “Os Trapalhões na Guerra dos Planetas” fa parte dei tanti maldestri, incredibili film che seguono il filone d’oro dello sci-fi di fine anni settanta. Il Turco, l’italiano, i porno, il brasiliano e tanti altri ancora, potremmo dire, tutti a cercare il grasso che cola di Vader e soci.

In realtà in questa pellicola c’è un componente aggiuntivo, cioè la presenza del gruppo “Os Trapalhões”. Traducibile come “I Pasticcioni” gli “Os Trapalhões” sono stati un gruppo comico brasil...

Read More

Star Wars XXX: A Porn Parody

Star Wars XXX:

A Porn Parody



-I’ve been waiting for you Obi-Wan. We meet again.
-I think you might have mistaken me for someone else.
-The circle is now complete. When I left you I was but the learner. Now I am the master.
-Is this really necessary? I was just looking for the bathroom. At my age it becomes a matter of urgency.

Darth Vader è un uomo di colore superdotato. Obi Wan Kenobi convince con la forza del pensiero un’Ewok a spogliarsi. Chewbecca se la spassa con due Stormtrooper. Han Solo e Luke Skywalker alla fine si divertono con la principessa Leila. E in mezzo a queste e altre scene hard c’è una buona parodia di Star Wars e soprattutto una produzione perfetta, tra le più ricche del genere.

Dietro a questo film porno c’è, con grande orgoglio nazionalista, un italiano. A...

Read More

Galaxina

Galaxina



She’s too good to be true…and too real to be otherwise

“Galaxina” è uno di quei film che solo a nominarli aprono un grande immaginario. A parte il bellissimo titolo è una pellicola famosa per la sua protagonista, la Playmate Dorothy Stratten. Non una qualsiasi, ma proprio la “Playmate” dell’anno 1980, un’icona del suo tempo, una sfavillante stella spenta ingiustamente e dannatamente troppo presto, proprio nell’anno della sua consacrazione. Cioè questo, il 1980.
William Sachs, regista, produttore e sceneggiatore di vari generi ha appena finito di girare la commedia “Van Nuys Blvd” e la “Crown International Pictures” gli chiede di rimettersi al lavoro. L’idea del presidente della casa cinematografica è di fare una commedia western...

Read More

A Werewolf in the Amazon

A Werewolf in

the Amazon



Desta floresta ninguém sai vivo!!!

Il “Santo Daime” è una bevanda sacra per l’omonima religione brasiliana. Versione sacramentale della “Ayahuasca” contiene la DMT che può dare effetti allucinogeni. La religione fondata da Mestre Irineu trova un piccolo spazio in questo film brasiliano del 2005, con un gruppo di ragazzi che si avventura nella foresta amazzonica per provare questa esperienza. E fin qui tutto bene.

Ma è probabile che anche il regista Ivan Cardoso, famoso per i suoi film horror/comici abbia assunto strada facendo la bevanda suddetta. E non va bene. Perché questo film horror/comico dopo un buon inizio si perde strada facendo in un “bad trip”, sprecando buone idee e un buon cast capitanato dal grande Paul Naschy, l’uomo lupo per ...

Read More

Alice in Wonderland: An X-Rated Musical Fantasy

Alice in Wonderland:

An X-Rated

Musical Fantasy

And so Alice settled down got married, raised a family in a house with a white picket fence filled with kids and a little arf! arf!

Se il bianconiglio fosse un umano, sarebbe senza dubbio Bill Osco. Uno che guida le persone in un mondo di fantasie sfrenate. Cioè quello che lui ha fatto negli anni settanta, producendo e dirigendo film per adulti che sono andati oltre al pubblico di nicchia. La lista è lunga e tra i tanti c’è questo sfacciato capolavoro. Un originale musical “X Rated” per la regia di Bud Towsend ispirato dal celebre romanzo di Lewis Carroll. Con una divertente locandina disegnata da Jack Davis uno degli “Original Idiots” della rivista “Mad” e una protagonista più che azzeccata, ci troviamo alle prese con u...

Read More