Demenziali tagged posts

They Bite

They Bite

this has got to be more than just a dirty movie – this has got to be the “King Kong” of porno movies

Morderanno anche, ma più che altro vogliono fare sesso. O qualcosa del genere. In ogni caso questo è il senso di un fantastico B Movie del 1996 scritto e diretto da Brett Piper, un regista che ha dedicato la carriera ai B’s.

Piper fin dalle prime scene non nasconde le sue intenzioni: tette, mostri, demenzialità. Prendendo a piene mani dalla tradizione dei mostri della palude o provenienti dall’acqua, con un particolare affetto per “Humanoids From the deep” del 1980.
I mostri però non sono l’unica passione del regista, che dimostra di amare parecchio anche l’exploitation, lo sci-fi e sì, pure i porno...

Read More

Wayne’s World

Wayne’s World

I know I don’t have his looks. I know I don’t have his money. I know I don’t have his connections, his knowledge of fine wines. I know sometimes when I eat I get this clicking sound in my jaw.

Uscito turbato dalla visione del per me mediocre “Bohemian Rhapsody”, mi sono rifugiato in quello che è l’omaggio migliore del cinema a Freddie Mercury e ai “Queen”. Cioè, il viaggio in auto di quattro ridicoli cappelloni (più amico sbronzo), mentre ascoltano e cantano, appunto, “Bohemian Rhapsody”. Direi una delle scene più famose del cinema degli anni novanta.
A parte questo momento (e nuovamente ringrazio per avermi depurato dal biopic), “Wayne’s World”, a vederlo oggi si conferma un film fresco, divertente e stupidamente liberatorio...

Read More

Venni vidi e m’arrapaoh

Venni vidi e m’arrapaoh


Domenica svortamo, sento odore di scopata. Finalmente scoprirò come è dolce la patata

Come se “Il Tempo delle mele”, odorasse delle scoregge infiammate di Alvaro Vitali. Cioè un’opera trash, d’incredibile qualità, purtroppo poco considerata. Dal titolo, che richiama un’altra opera di vitale importanza (ed è inutile che scriviamo quale), “Venni Vidi m’arrapaoh” non delude le aspettative, dando in ogni fotogramma una grande soddisfazione agli amanti di un certo cinema. E forse, diciamo forse, sappiamo chi è il colpevole. Alla regia c’è un certo Vincenzo Salviani (produttore di “Uomini si nasce, poliziotti si muore”) ma alla sceneggiatura c’è il mitico Mario Bianchi, già nel pieno del suo periodo porno trash.

Ma limitarci alle sco...

Read More

Pinocchio

Pinocchio


It’s not his nose that grows!

Di sicuro mio nonno non ha mai visto questo film. E sono contento per lui, grande ammiratore di Collodi, grande oppositore di certe situazioni “libertine”, che si è perso questa versione della famosa storia, nota anche come “The Erotic Adventures of Pinocchio”, che come minimo lo avrebbe fatto morire prima del tempo.

Io, devo dire, di tutt’altro pensiero rispetto al suo, ammiro e penso che questo poverissimo b movie non sia affatto male. Ad esempio, la fatina (niente meno che Dyanne Thorne, non ancora diventata la più famosa warden della storia) mostra le tette nei primi minuti. Geppetta (Monica Gayle) crea da un ceppo di legno il famoso burattino, per usarlo come attrezzo di divertimento...

Read More

Cicciolina e Moana “Mondiali”

Cicciolina e Moana

“Mondiali”

–Oh mangnifico, siamo due sue fanatiche fans! Ci faccia un autografo
-Ok, ok, ma dove ve lo pongo?
-Veramente se ce lo ponesse nel culetto saremmo molto contente

L’Italia è fuori dai Mondiali di calcio, si sa. Ed è con una certa nostalgia che ripensiamo alle vittorie e soprattutto, visto che non c’è nulla da vedere, a due fuoriclasse che hanno portato in alto il nome della nostra nazione e in questo caso della nazionale. Ok, ok, una è ungherese, lo sappiamo tutti, ma il nostro incipit non avrebbe funzionato con questa premessa e comunque poco importa, perché Cicciolina ha dato tanto per l’Italia, oltre a comporre con Moana Pozzi una coppia esplosiva.

Ora possiamo e potete pensare a tutte le battute del caso “ha toccato più palle lei che Maradon...

Read More

Hectic Knife

Hectic Knife


Maybe you’re more like me than you think, Hectic, maybe it’s good you didn’t have any kids

Quei film dove tutto è chiaro fin da subito: ci si prende tutti bellamente per il culo. Cioè uno di quei film che a noi piacciono tanto e che non hanno paura di essere brutti da morire.
Greg De Liso e Peter Litvin con la più che casalinga Munrovia Pictures si dividono i compiti, scrivendo, dirigendo e interpretando (Litvin) una storia che parla di un antieroe particolare.

A parte essere un film decisamente troppo lungo, “Hectic Knife” non è una semplice presa in giro del genere ma è anche un’opportunità per De Liso di sperimentare sia a livello registico, che narrativo...

Read More

Arrapaho

Arrapaho

-Dimmi Capo di Bomba, a chi vuoi più bene, a papà, o a mammà?
-A Pippo Baudo
-Vaffanculo

In tutti questi anni di attività, abbiamo evitato in tutti i modi di parlare di questo film. Non per un senso di superiorità, anzi, il contrario, perché parlare di “Arrapaho”, è parlare di un qualcosa conosciuto da tutti, su cui non c’è nulla da aggiungere. Se poi guardiamo e leggiamo gli speciali di “Stracult” e di “Nocturno”, si può dire che “Arrapaho” sia stato declinato e omaggiato in tutti i modi possibili.

Solo che poi un giorno inizia una discussione con gli amici, si cita il tormentone “Ciao…comprati Arrapaho” si aggiunge la versione bootleg (Ciao…comprati Arrapaho/con la maglia di Falcao e le scarpe ricoperte di cacao) che girava da queste part...

Read More

Piranha 3DD

Piranha 3DD


-Chet, tell me you did not fire our lifeguards and replace them with… strippers.
-Water-certified strippers

La doppia “d” del titolo non indica il sequel o qualche altra diavoleria del 3D. È una cosa più profonda, cioè la misura dei bikini e reggiseni delle protagoniste. Se aggiungiamo che c’è una mucca morta in un lago che scoreggia uova di piranha per poi esplodere che segna l’inizio di questo film, possiamo dire che il contesto è molto chiaro. Vero?

La genesi è molto semplice. John Gulager regista della trilogia di “Feast” riceve un giorno una telefonata in cui gli offrono la regia del sequel “Piranha 3D”. L’obiettivo è uno solo: fare un film divertente...

Read More

Piranha 3D

Piranha 3D


-Check it out, they’re fish with boobies.
-Derrick Jones: Oh, if fish looked like that, I would fuck fish. I would only fuck fish!

“Armi di masturbazione di massa” o dall’originale “weapons of mass…turbation” è la battuta che meglio identifica “Piranha 3D”, che appunto, altro non è, che masturbazione. E lo diciamo con valenza positiva, perché questo film è brutto, assurdo, esagerato e con effetti speciali a volte fatti male. Ma abbiamo la certezza che sia un obiettivo prefissato e ampiamente raggiunto.

A farci pensare tutto ciò, oltre alla storia paradossale, c’è la presenza di Alexandre Aja alla regia, c’è un cameo di Eli Roth (che finisce a pezzi) e quelli di Richard Dreyfuss e Christopher Lloyd...

Read More

The Mini-Skirt Gang

The Mini-Skirt Gang


Dragon boat in flames!

La terza e ultima incursione della danese Birte Tove in Asia agli ordini dei funambolici “Shaw Brothers”, si può definire solo in un modo: inutile. “Feng kuang da ben zei” più conosciuto come “The Mini-Skirt gang” è un film, semplice, semplice, senza un vero scopo o una vera trama.
La bionda e bella attrice a parte dare un tocco di esoticità a un cast orientale (da occidentali dovremmo dire che lavora con un cast esotico) non spiega e non giustifica la sua presenza e la sua leadership in un gang di truffatrici in minigonna. E ben presto si capisce qual è l’obiettivo di questo film: mostrare scene più che gratuite di docce, tette e gambe, con semplicissimi combattimenti di arti marziali.

Si segue la struttura che ogni film c...

Read More