Dyanne Thorne tagged posts

Pinocchio

Pinocchio


It’s not his nose that grows!

Di sicuro mio nonno non ha mai visto questo film. E sono contento per lui, grande ammiratore di Collodi, grande oppositore di certe situazioni “libertine”, che si è perso questa versione della famosa storia, nota anche come “The Erotic Adventures of Pinocchio”, che come minimo lo avrebbe fatto morire prima del tempo.

Io, devo dire, di tutt’altro pensiero rispetto al suo, ammiro e penso che questo poverissimo b movie non sia affatto male. Ad esempio, la fatina (niente meno che Dyanne Thorne, non ancora diventata la più famosa warden della storia) mostra le tette nei primi minuti. Geppetta (Monica Gayle) crea da un ceppo di legno il famoso burattino, per usarlo come attrezzo di divertimento...

Read More

Wham Bam Thank You Spaceman

Wham Bam Thank

You Spaceman 

…He’s a UFO Romeo…!

Sul pianeta Uron le cose vanno male. Il genere femminile si è estinto e tutta la civiltà corre il grosso pericolo di estinguersi. Ma non c’è problema. Due “Uroniani” Asshole e Jerkoff (a voi la traduzione) vengono inviati sulla terra per ingravidare le terrestri, che per qualche ragione sconosciuta sono compatibili con questa brutta razza aliena.

A questo punto il senso di quest’opera dovrebbe essere già chiarissimo. E aggiungiamo anche, che il titolo fa riferimento a una frase dello slang, “Wham bam thank you m’am”, cioè la sveltina, con tanti saluti.
“Wham Bam Thank You Spaceman”, le cui protagoniste le sveltine le fanno con gli alieni, è un innocuo “b-movie”, che mischia con (in)decente (in)capacità lo sci-fi, i...

Read More

Greta – Haus ohne Männer

Greta – Haus

ohne Männer  

Young Girls…CHAINED…CONDEMNED To a Life of TORMENT at the Hands of Their Beautiful, BRUTAL Captor!

Cambio di nome e destinazione Sud America. Come da manuale per i perfetti fedeli di regimi europei ormai disciolti. Nonostante la nuova acconciatura Greta Delgado si fa subito riconoscere: è Ilsa. Facile smascherarla, fa pure lo stesso lavoro di sempre. E va da se che i fan riconoscono e chiamano la loro eroina come sempre hanno fatto. Poi per ragioni puramente commerciali, il film viene anche commercializzato in alcuni Paesi come “Ilsa The Wicked Warden” o anche “Ilsa e qualcosaltro”.

Battute a parte il grande Jess Franco crea un ottimo “Women in Prison” con la maestria e l’astuzia dei quali è noto. Sfrutta le caratteristiche estetiche e co...
Read More

Ilsa The Tigress Of Siberia

Ilsa The Tigress

Of Siberia

Here at Gulag 14, there is a certain formality before a death is certified. This dog tried to escape. He planned to trick us. Perhaps, even now, he cheats us. We must make certain. Watch and remember well…
A volerla vedere in un certo modo, Ilsa, cambia più bandiere di un politico. Nazisti, oligarchi e con questa avventura, nientemeno che Stalin.
In questo terzo episodio la bionda e pettoruta Ilsa si trasferisce al freddo per una vera rivoluzione. Sia chiaro, nulla a che vedere con lo stalinismo e con il boom dell’Unione Sovietica ma Ilsa dopo due film di torture, sangue e donne maltrattate è alle prese con un piccolo cambiamento di rotta. E non è una brutta idea.
Il regista canadese Jean LaFleur, al suo terzo e ultimo film, subentra a Don Edmonds e ...
Read More

Ilsa, Harem Keeper of the Oil Sheiks

Ilsa, Harem Keeper

of the Oil Sheiks

 Ilsa’s back! …More fierce than ever! With brutal fury she enslaved an empire and shocked the world!

Dopo l’immenso successo di “Ilsa She Wolf Of SS” la cattivissima bionda tettona di certo non poteva morire. E allora in qualche modo fugge dal lager nazista di cui era a capo e si rifugia in un paese del medio oriente.

Il leader di questa nazione è l’oligarca El Sharif, potente uomo d’affari, il cui unico interesse è quello di gestire un grande harem. Per fortuna che siamo nel 1976, in tempi non sospetti, perchè altrimenti El Sharif poteva passare per una parodia di un famoso politico italiano. Ma questo è un altro discorso.

L’incontro tra una perversa carceriera e un perverso maniaco sessuale genera una serie di situazioni che sono al centro ...

Read More

Ilsa, She Wolf Of SS

Ilsa, She Wolf Of SS
She Committed crimes so terrible…even the SS feared her!

Dal 1975 in poi il mondo assiste all’invasione delle “She Wolf”. Qualcuna credibile, qualcuna ridicola, ma tutte nella scia di Ilsa. Un mito, che contamina anche un genere strettamente legato a questo e pure più vecchio, il “Women In Prison”.

Una rivoluzione, una svolta che spazza via i precedenti “nazisploitation” e i “women in prison” che si trovano a dover fare i conti con questa figura dalla cattiveria e dalla voglia di sesso infinita. Un successo incredibile.

È il 1975 quando Don Edmonds, un regista di poca esperienza, con alle spalle diverse presenze come attore in commedie da     spiaggia e trasmissioni televisive, si mette dietro alla macchina da presa per quello che è, senza dubbio il suo film ...

Read More