Horror tagged posts

El Retorno de los templarios

El Retorno

de los  Templarios


Let us see your face! You evil knight of Satan!

Una donna di profilo nuda con una spada tra le cosce e una serie di brutti mostri intorno, che ricordano gli altrettanto brutti mostri di Amando De Ossorio. Questo è l’ambizioso poster internazionale di un film spagnolo intitolato “El retorno de los Templarios” che evidentemente fa riferimento ai lavori del regista spagnolo famoso per i suoi film horror.

Vick Campbell è invece lo pseudonimo di Victor Gomez, regista catalano di questo film, specializzato in zombie e in gore, come si vede abbondantemente nei primi venti minuti che passano tra donne frustate, sangue e violenze varie, su fondo musicale.

La storia come il titolo originale lascia intuire riprende il filone templari/zombie e inizia nella...

Read More

Zombie Massacre

Zombie Massacre


There is no hope

Basta dire che c’è il famigerato Uwe Boll che produce (e fa un cameo), per capire in che mondo siamo. E se non è sufficiente, basta vedere i primi minuti per capire che siamo in uno di quegli episodi per gli amanti di un certo cinema. Cioè, quei film che viaggiano sulla parodia dei film d’azione americani, che sono ambientati nell’est Europa, ma lo skyline li tradisce facendoci capire che siamo in Italia (più precisamente in Toscana).

Quei lavori insomma che necessitano di certo gusto trash per apprezzare varie cose: l’ironia che colpisce i personaggi tipici dell’action, quei bei zombie infettati e una serie di scene che rendono tutto più godibile...

Read More

The Walking Dead – ottava stagione

The Walking Dead – ottava stagione

E come ogni anno siamo qui ad autoflagellarci parlando di “The Walking Dead” e chiedendoci perché, nonostante tutto, lo continuiamo a guardare. Prima di iniziare e sebbene sia già passata una settimana e supponiamo che abbiate visto tutto è giusto dirvi che qui andiamo giù pesantemente di spoiler.

Ora possiamo iniziare. L’ottava stagione di una serie ormai in crisi di idee da almeno tre stagioni (se non quattro), era nelle intenzioni degli autori, quella della svolta. Quella di meno chiacchiere (il più grande difetto), più azione e fazzoletti grondanti lacrime di tristezza. Detta così ci si poteva immaginare una via alla maniera di “Games of Thrones”, nessuna pietà nemmeno per i protagonisti, colpi di scena in ogni dove e capovolgiment...

Read More

Day of the Dead: Bloodline

Day of the Dead:

Bloodline


Join the undying war

È arrivato questo suggerimento: “Guarda “Day of the Dead: Bloodline” è su “Netflix” e c’è pure una tua concittadina che addirittura ha lavorato con Banderas”.
Suggerimenti, che a volte sono azzeccati, a volte no. Questo lo è solo in parte e cioè, solo per la presenza della concittadina Cristina Serafini, che dopo aver lavorato tanto in Italia, è passata a produzioni internazionali. Le auguriamo tutto il meglio, anzi, di meglio.

Lo stesso augurio che facciamo al regista spagnolo Hèctor Hernández Vicens che speriamo crei degli ottimi film, soprattutto perché eviterebbe al pubblico, la visioni di lavori come questo.
Otto milioni di dollari, dice Imdb, di budget, una cifra che mi fa venire in mente il trucchetto che us...

Read More

La lupa mannara

La Lupa Mannara


Ho voluto se non altro così da lontano, parlarti per chiedere perdono a te e a Irene. Era il mio male papà, tu lo sai che mi ha fatto fare tante cose terribili. Ma ora c’è qualcosa di nuovo, qualcosa che mi ha fatto guarire.

C’è un qualcosa di magnetico che non sappiamo ben spiegare. E dire che si toccano punti poco credibili, ci sono momenti ironici che non si capisce se siano voluti o no e che la vicenda in se scivola tra l’horror, la sexploitation e il rape revenge.
Forse ciò che attrae in questo film del 1976 è proprio questa commistione di cose, le sfumature trash e soprattutto un personaggio centrale molto più complesso di quanto il titolo possa fare intuire.
Alla regia Rino Di Silvestro famoso per diversi e pungenti exploitation tra i quali (pochi a d...

Read More

King of the zombies

King of the zombies


HUMAN SACRIFICES! SAVAGE TORTURE! VOODOO RITES!

Fin dalla sua invenzione il cinema ha raccontato la storia dell’umanità. Anticipandola, mostrandola e riassumendola, in un numero infinito di opere. Tra le tante, troviamo anche, incredibile a dirsi, uno “zombie movie”, che con le sue coincidenze storiche racconta una piccola parte di storia.

“King Of The Zombies” esce il 14 maggio del 1941. La Seconda Guerra Mondiale è già scoppiata, gli Stati Uniti sono ancora fuori dal conflitto ma diplomaticamente sono schierati con gli Alleati. Ci vuole ancora un po’ di tempo, prima che gli USA scendano in campo ufficialmente, ma qui si sa già bene e si dice senza fare nomi, chi è il nemico da combattere.
Il Dr...

Read More

Rape Zombie: Lust of the Dead

Rape Zombie:

Lust of the Dead


History’s most powerful leaders’ most dreaded fear was to be unpopular with the opposite sex

Non ci è chiaro se i problemi con il sesso li abbiano i giapponesi o noi che mostriamo molto meno le nostre perversioni. Poi qui si va pure oltre alle perversioni e soprattutto si parte subito in maniera diretta, senza filtri. Una scena di violenza domestica e poi una scena, volutamente assurda (per quanto sia impossibile ironizzare sulla questione), di uno stupro in strada. E ancora altre immagini di violenze e testimonianze con una canzone hard core che ripete “Rape Zombie! Rape Zombie!”.

Pur non essendo conservatori dobbiamo ammettere che Naoyuki Tomomatsu prende una strada dura per questo suo lavoro...

Read More

Paura nella città dei morti viventi

Paura nella Città

dei Morti Viventi


L’anima che anela all’eternità deve sottrarsi al gioco della morte. Tu, o viandante, alle soglie delle tenebre, vieni

Per quanto il titolo e le prime scene tolgano del tutto l’effetto sorpresa, il buon Lucio Fulci inizia in maniera convincente la sua famosa trilogia della morte. Anche se forse, ribadiamo forse, siamo un poco sotto a “Quella Villa accanto al Cimitero” ma sicuramente lo siamo nei confronti all’inarrivabile “E tu vivrai nel terrore-l’aldilà”, Fulci dà in pasto allo spettatore, quello fanatico di horror, un bel po’ di cose disturbanti e possiamo dire estreme per l’epoca, confezionando un bel lavoro.

Merito anche di una crew affiatata e perfetta con Dardano Sacchetti (con il regista) alla sceneggiatura, la fotografia ...

Read More

Dèmoni

Dèmoni

Faranno dei cimiteri le loro cattedrali, e delle città le vostre tombe.

Personaggio difficile, spesso poco amato, forse anche per colpa di un cognome importante. Ma anche se non fate parte della cerchia dei suoi estimatori, dovete riconoscere che “Dèmoni” di Lamberto Bava, oltre ad essere il miglior lavoro del regista, è una delle tappe fondamentali di ogni appassionato di horror.
Beh, dobbiamo dire che Lamberto Bava gioca sul sicuro o per meglio dire lo fanno giocare sul sicuro. Produttore dei “Dèmoni” è Dario Argento, sceneggiatori oltre a Bava, Dardano Sacchetti, Franco Ferrini e Dario Argento. Effetti speciali affidati a Sergio Stivaletti e musiche di Claudio Simonetti.

Anche davanti alla macchina da presa le cose non vanno affatto male, c’è una sorprendente ...

Read More

Twins of Evil

Twins of Evil


One Uses Her Beauty For Love! One Uses Her Lure For Blood!

Il sempre caro Peter Cushing se ne va in giro a dar caccia alle streghe ed è puritano fino al midollo. E crea un personaggio antipatico fin dalle prime scene, che diventa odioso, a dir poco, quando cerca di obbligare le nipoti Maria e Frieda ad andare in giro meno scollate e soprattutto vestite di nero.
Che poi il suo modo di fare sia solo per proteggere la comunità locale è vero, ma cerca di toglierci il piacere di vedere Mary e Madeleine Collinson in tutta la loro bellezza. Le gemelle Collinson per la precisione. Da Malta. Le prime gemelle a posare per Playboy, protagoniste di un’interessante scena in “Some Like It Sexy” e in seguito, di qualche altro filmetto oltre a questo terzo e ultimo capitolo della...

Read More