Horror tagged posts

Elves

Elves

-Is everything all right?
-No, Willy, Gramps is a Nazi.

Tre amiche, Kirsten, Brooke e Amy, si trovano nel bosco per fare una cerimonia anti Natale, le “Sorelle Anti Natale”, che vorrebbero sradicare la festività per qualche ragione commerciale. S’ispirano a un libro trovato a casa di una di loro, che parla delle “Vergini anti-Natale”, ma la cerimonia viene bruscamente interrotta dal fatto che una di loro si è ferita a una mano. Il sangue però è già caduto a terra e l’Elfo demoniaco si è svegliato.

In soli cinque minuti “Elves” ha tutta la nostra attenzione, perché promette di essere un gioiellino trash niente male. E di certo non delude le attese...

Read More

The Mole People

The Mole People

Here is terror to shatter your nerves!

Era da un bel po’ di tempo che non ci avventuravamo nel mondo degli sci-fi anni cinquanta, che tra l’altro è uno dei generi che ha dato lo spunto per questo sito. Beh, quel mondo ci è mancato parecchio e guardando questo “The Mole People” ne capiamo il motivo.
“The Mole People” cioè il popolo talpa è un film del 1956 della “Universal” diretto da un giovane Virgil Vogel e con John Agar, esperto attore e marito di Shirley Temple come protagonista. Un film che abbraccia la mitologia e l’horror, ma che in una casa di produzione così famosa rappresenta un titolo un po’ deludente.

Abbiamo a che fare con i discendenti del Re sumero Sharu che si sarebbe rifugiato su una montagna, salvando il suo popolo dal diluvio...

Read More

Wounds

Wounds

How deep do they go

Chi soffre si entomofobia dovrebbe evitare di guardare questo film. Ma soprattutto chi è particolarmente sensibile alle “occasioni buttate al vento” non dovrebbe guardare questo film. Non un film orrendo, intendiamoci, ma un film che spreca tutto quello che può, a partire dall’estro di un regista passato alla cronaca per l’ottimo “Under the Shadow”.
Babak Anvari, torna tre anni dopo il suo noto esordio con un altro film horror che pesca dalle antiche leggende. L’inizio è seducente, la scintilla è più che mai interessante, ma il regista perde con i minuti lo sprint iniziale portandoci in una storia con diversi aspetti assolutamente inutili e situazioni piuttosto paradossali che vanno bene per una parodia horror...

Read More

The Devil’s Nightmare

The Devil’s Nightmare

Seven deadly sins…seven people who committed them. Now watch them pay the consequences — sin by sin by sin

La più scontata formula dell’horror gotico: castello + patto col diavolo + carne da cannone. Ci aggiungiamo i nazisti che non fa mai male. “La plus longue nuit du diable” si presenta come uno dei tanti film del genere degli anni settanta. Nulla di nuovo ed è anche un po’ noioso, con una regia non particolarmente significativa. Ma, difetti a parte questo film del 1971 ha qualche spunto interessante che dovrebbe spingere gli amanti del genere a buttarci almeno un occhio.

Innanzitutto è una co produzione Italo-belga, una cosa originale considerando che dalle nostre parti si è sempre preferito guardare verso altre nazioni. Alessandro Alessandroni “i...

Read More

Terror House

Terror House

It’s a nice place to visit, but you WOULDN’T LIVE THERE!

“Carne fresca, forse un po’ dura. Location lussuosa, servizio gentile ma un po’ inquietante”. Questa potrebbe essere la recensione di Trip Advisor del Red Wolf Inn luogo in cui è ambientata questa storia. Ma siccome di cinema e non di ristorazione stiamo parlando, la recensione cambia così: “bella idea, ma si poteva fare di più”.

Ci troviamo in un horror, che parla di cannibalismo, di famiglie sinistre e anticipa in alcune cose e di ben due anni il più noto e celebrato “Texas Chainsaw Massacre”, con il quale condivide le pessime idee dei traduttori del titolo...

Read More

Frankenstein 2000 – Ritorno dalla morte

Frankenstein 2000

Ritorno dalla morte

Come può vedere, anche se il cervello è in coma, per ragioni a noi sconosciute e per brevi periodi di tempo, riesce ancora a emettere onde alfa secondarie. Forse perché il suo cervello è ancora attivo.

Il ritorno dopo un po’ di tempo all’horror firmato in prima persona di Joe D’Amato, è uno di quelli da ricordare. Nel bene e nel male. Perché per il bene della fan base c’è Cinzia Monreale indimenticata protagonista di “Buio Omega”, di cui ci sono riferimenti in qualche scena e c’è Donald O’Brien grande presenza nel cinema di genere e a fianco di Massaccesi in “Emanuelle e gli ultimi cannibali”.

Ma non tutto va per il meglio, perché il regista romano sembra aver perso la mano per il genere e in maniera piuttosto grave e si...

Read More

Devil’s Express

Devil’s Express

Take the Express train to TERROR!!!


L’impressione è di essere di fronte a uno sketch assurdo, per dire, tipo quelli dei Monty Python. Una storia in cui, eventi e fatti che nulla c’entrano tra loro s’incrociano e trovano un senso. Ma “Devil’s Express” non vuole far ridere o almeno non direttamente e l’obiettivo principale era di fare un film d’azione che mettesse insieme horror, arti marziali e blaxploitation.
Se altri esempi dell’unione delle ultime due cose non mancano di certo (vedi ad esempio Al Adamson) la presenza di questi tre elementi è senza dubbio originale e soprattutto, incredibilmente riuscita...

Read More

El pantano de los cuervos

El pantano de

los cuervos

Science demands many victims to advance itself

Questo è un Frankenstein spagnolo, con enormi problemi d’amore, che grazie a una produzione ecuadoregna/spagnola ha quel tocco esotico e curioso.
“El pantano de los cuervos”, cioè “La palude dei corvi” è film un del 1974 che al filone horror aggiunge note romantiche, poliziesche, comiche e pure parentesi musicali. Il risultato è un b movie weird, fatto con poche risorse e poca tecnica da Manuel Caño che comunque realizza un film che scorre dall’inizio alla fine e che fa, per tutto quello che abbiamo scritto, molta, malata, simpatia.

Il Dr.Frosta è un valente medico, diciamo ricercatore, che ama lavorare sullo studio della biochimica e del DNA...

Read More

Sorceress

Sorceress

She gets what she wants. She keeps what she gets. She never lets go.
Intrighi e magia nera ma soprattutto tette e silicone in un b movie molto assurdo e kitsch, che alla fine mostra una sua grande dignità. Lo stregone dietro a questo film del 1995 è Jim Wynorski che nel 1982 scrisse un altro “Sorceress” diretto poi da Jack Hill e che qui si trova a dirigere un film scritto Mark Thomas McGee, attore, regista e soprattutto autore con il quale già in passato aveva lavorato. McGee per la cronaca ha scritto anche per Fred Olen Ray, così, a chiudere un triangolo magico (forma citata anche non a caso) che ha dato grandi soddisfazioni al soft-core e al direct-to-video.

Le prime immagini di “Sorceress” fanno già capire le intenzioni: Julie Strain (Erica) mostra le tette m...

Read More

Alien degli abissi

Alien degli abissi

-Non stai difendendo una postazione in Vietnam
-Lascia perdere il fottuto Vietnam e sta a sentire: ho giurato che avrei fermato quei maledetti verdi e lo faro!

Inutile sprecare parole sulle fonti di ispirazione di questo film. D’altronde il titolo “Alien degli Abissi” spiega molto, se non tutto. Non spiega però che il buon Antonio Margheriti ha perso parecchio smalto e che Tito Carpi, che scrive la sceneggiatura, non è da meno. Anzi, il problema principale è proprio la sceneggiatura.

E eccoci dunque in un fanta-horror noiosissimo divisibile in due parti. La prima fanta-ecologista e la seconda avventurosa e horror...

Read More