Horror tagged posts

House of Flesh Mannequins

House of Flesh

Mannequins


Queste immagini, questo film…non è solo un film

Ho la fortuna di avere tra i miei contatti di Facebook Domiziano Christopharo e sono molto contento, perché ogni suo film è un viaggio mai banale, nel profondo, dove storia e regia sono in perfetto equilibrio.
Una di quelle persone con cui si passerebbe volentieri qualche ora a discutere di cinema e del suo pensiero, probabilmente uscendone disturbati. Ma è un altro discorso.

La cosa eccezionale del regista romano è che già nel suo film d’esordio aveva le idee chiare: criticare la società, smascherare le ipocrisie e sì, colpire duro il pubblico. Questo è l’oltraggioso, il coraggioso, ironico e più che indipendente “House of Flesh Mannequins” del 2009...

Read More

The Devil Hunter

The Devil Hunter

-What do you know of this island? Who inhabits it?
-A strange tribe whose god demands sacrifices, human sacrifices, especially women, whose hearts he eats.

L’Eurociné poteva perdere l’occasione di entrare nel mondo dei cannibali, tra fitte giungle, Dei cattivi e tette e nudi? Ma no certo che no, non si può di certo perdere il momento migliore. E tra i vari esemplari di questo filone prodotti dalla mitica compagnia europea dell’exploitation c’è “El Canibal” o “The Devil Hunter”, un cannibal movie (più o meno) diretto dal sempre caro Jesus Franco.

Un Franco più che mai commerciale e più che mai votato al risparmio, che prova a dare un senso artistico al tutto soltanto nei primi minuti con una narrazione parallela che vede da un lato i cannibali di ...

Read More

Trick or Treat

Trick or Treat

What are you afraid of? It’s only rock and roll…

Ozzy Osbourne fa un cameo. Gene Simmons pure. Il film si apre con i poster di gruppi heavy metal, un giradischi e musica che fa parte di un’ottima colonna sonora. Un nerd che poi sarà l’(anti)eroe, fan di un certo Sammi Curr, bullizzato da soliti idioti iperfighi. Hey! Questa è la nascita di un cult horror, che ancora oggi è una piacevole visione. Un omaggio sentito al movimento heavy metal dell’epoca, che prende tutti gli stereotipi del caso e la leggenda dei messaggi nascosti nei dischi.

Film d’esordio di Charles Martin Smith che alterna la carriera d’attore con quella di regista, “Trick or Treat” gioca molto con gli ambienti mischiando scene infernali e momenti da allegra comunità americana, dandoci pe...

Read More

Les deux orphelines vampires

Les deux

orphelines vampires


-Our day for us is blue.
-The light for us is black…
-and other people’s sun has made us blind…
-but when it is hidden…
-…our dream begins.

Come dice quel detto che “il primo amore non si scorda mai”, Jean Rollin torna dopo circa quindici anni al caro amato tema dei vampiri. Per diverse e inaspettate congetture il regista francese vive un inaspettato momento di fama e di apprezzamento per la sua filmografia.
Incredibile vero? La sua rinascita e riscoperta inizia con la pubblicazione di un volume enciclopedico del cinema a firma di Cathal Tohill e Pete Tomb, che appunto scopre e fa uscire dalla tomba (virtualmente s’intende) il regista francese.

Su quest’ondata di felicità, Rollin dirige un film liberamente ispirato a un suo omonimo romanzo e il cui t...

Read More

El Retorno de los templarios

El Retorno

de los  Templarios


Let us see your face! You evil knight of Satan!

Una donna di profilo nuda con una spada tra le cosce e una serie di brutti mostri intorno, che ricordano gli altrettanto brutti mostri di Amando De Ossorio. Questo è l’ambizioso poster internazionale di un film spagnolo intitolato “El retorno de los Templarios” che evidentemente fa riferimento ai lavori del regista spagnolo famoso per i suoi film horror.

Vick Campbell è invece lo pseudonimo di Victor Gomez, regista catalano di questo film, specializzato in zombie e in gore, come si vede abbondantemente nei primi venti minuti che passano tra donne frustate, sangue e violenze varie, su fondo musicale.

La storia come il titolo originale lascia intuire riprende il filone templari/zombie e inizia nella...

Read More

Zombie Massacre

Zombie Massacre


There is no hope

Basta dire che c’è il famigerato Uwe Boll che produce (e fa un cameo), per capire in che mondo siamo. E se non è sufficiente, basta vedere i primi minuti per capire che siamo in uno di quegli episodi per gli amanti di un certo cinema. Cioè, quei film che viaggiano sulla parodia dei film d’azione americani, che sono ambientati nell’est Europa, ma lo skyline li tradisce facendoci capire che siamo in Italia (più precisamente in Toscana).

Quei lavori insomma che necessitano di certo gusto trash per apprezzare varie cose: l’ironia che colpisce i personaggi tipici dell’action, quei bei zombie infettati e una serie di scene che rendono tutto più godibile...

Read More

The Walking Dead – ottava stagione

The Walking Dead – ottava stagione

E come ogni anno siamo qui ad autoflagellarci parlando di “The Walking Dead” e chiedendoci perché, nonostante tutto, lo continuiamo a guardare. Prima di iniziare e sebbene sia già passata una settimana e supponiamo che abbiate visto tutto è giusto dirvi che qui andiamo giù pesantemente di spoiler.

Ora possiamo iniziare. L’ottava stagione di una serie ormai in crisi di idee da almeno tre stagioni (se non quattro), era nelle intenzioni degli autori, quella della svolta. Quella di meno chiacchiere (il più grande difetto), più azione e fazzoletti grondanti lacrime di tristezza. Detta così ci si poteva immaginare una via alla maniera di “Games of Thrones”, nessuna pietà nemmeno per i protagonisti, colpi di scena in ogni dove e capovolgiment...

Read More

Day of the Dead: Bloodline

Day of the Dead:

Bloodline


Join the undying war

È arrivato questo suggerimento: “Guarda “Day of the Dead: Bloodline” è su “Netflix” e c’è pure una tua concittadina che addirittura ha lavorato con Banderas”.
Suggerimenti, che a volte sono azzeccati, a volte no. Questo lo è solo in parte e cioè, solo per la presenza della concittadina Cristina Serafini, che dopo aver lavorato tanto in Italia, è passata a produzioni internazionali. Le auguriamo tutto il meglio, anzi, di meglio.

Lo stesso augurio che facciamo al regista spagnolo Hèctor Hernández Vicens che speriamo crei degli ottimi film, soprattutto perché eviterebbe al pubblico, la visioni di lavori come questo.
Otto milioni di dollari, dice Imdb, di budget, una cifra che mi fa venire in mente il trucchetto che us...

Read More

La lupa mannara

La Lupa Mannara


Ho voluto se non altro così da lontano, parlarti per chiedere perdono a te e a Irene. Era il mio male papà, tu lo sai che mi ha fatto fare tante cose terribili. Ma ora c’è qualcosa di nuovo, qualcosa che mi ha fatto guarire.

C’è un qualcosa di magnetico che non sappiamo ben spiegare. E dire che si toccano punti poco credibili, ci sono momenti ironici che non si capisce se siano voluti o no e che la vicenda in se scivola tra l’horror, la sexploitation e il rape revenge.
Forse ciò che attrae in questo film del 1976 è proprio questa commistione di cose, le sfumature trash e soprattutto un personaggio centrale molto più complesso di quanto il titolo possa fare intuire.
Alla regia Rino Di Silvestro famoso per diversi e pungenti exploitation tra i quali (pochi a d...

Read More

King of the zombies

King of the zombies


HUMAN SACRIFICES! SAVAGE TORTURE! VOODOO RITES!

Fin dalla sua invenzione il cinema ha raccontato la storia dell’umanità. Anticipandola, mostrandola e riassumendola, in un numero infinito di opere. Tra le tante, troviamo anche, incredibile a dirsi, uno “zombie movie”, che con le sue coincidenze storiche racconta una piccola parte di storia.

“King Of The Zombies” esce il 14 maggio del 1941. La Seconda Guerra Mondiale è già scoppiata, gli Stati Uniti sono ancora fuori dal conflitto ma diplomaticamente sono schierati con gli Alleati. Ci vuole ancora un po’ di tempo, prima che gli USA scendano in campo ufficialmente, ma qui si sa già bene e si dice senza fare nomi, chi è il nemico da combattere.
Il Dr...

Read More