Jean Rollin tagged posts

La Vampire Nue

La Vampire Nue



We know. You Always end up coming here. We guide you here. We await your arrival, with the same joy, for over 50 years.
I vampiri esistono. I vampiri non esistono. Viva i vampiri in ogni caso! Ma chi sono alla fine i vampiri?
Jean Rollin con il suo secondo film continua il discorso iniziato con “Le Viol Du Vampire”, facendo una somma dei due capitoli e rendendo il messaggio un po’ più chiaro. Riprende il tema centrale e in parte luoghi e situazioni, come la spiaggia della Bretagna e la misteriosa clinica e butta tutto su pellicola a colori.
Con una mano alla Franco ma meno forsennata, quindi più lenta, Rollin racconta una storia che alla fine risulta essere piacevole...
Read More

Le Viol Du Vampire

Le viol du Vampire



Give me the kiss of the vampire

Per la prima volta e a modo suo nel 1968 Jean Rollin, morde con i suoi canini da vampiro il mondo del cinema. Si butta secco nella scia della fotografia alla Bergman e nella regia alla maniera dei suoi connazionali della “Nuovelle Vague”. O per meglio dire ci prova. Perché pur stimando Rollin bisogna ammettere che non è né Bergman né tantomeno uno come Truffaut.  Va anche detto però, che probabilmente lui puntava ad altro e possiamo intuire quali siano i suoi interessi: vampiri, poesia ed erotismo. 
Tette e poesia insomma, senza dimenticare un vago senso di critica allegorica alla società. Le prime si traducono in donne che finiscono con le tette di fuori per volontà propria o per vestiti che appaiono molto fragili...

Read More