Joe D’Amato tagged posts

Biancaneve e i sette nani

Biancaneve e

i sette nani


Siete tutti così gentili, io non so se potrò mai sdebitarmi con voi…davvero
Sì…sì…certo che potrai…sì…sì…altroché

Ritrovare questo film è come ritrovare un vecchio amico in splendida forma, anzi, meglio di come lo ricordavi. È il 1995 e Franco Lo Cascio firmandosi Luca Damiano realizza questo film che arriva qualche tempo dopo, tagliato e oscurato, sulle TV regionali. Purtroppo. Il resto della storia la conoscete, arriva internet, si scarica, nascono siti che parlano di queste “meravigliose” perle.

Eccolo dunque, lungo e tutto intero nel suo splendore. “Biancaneve e i sette nani” noto informalmente anche come “Biancaneve sotto i nani” è un lavoro geniale e divertente, tra i migliori esempi di hard degli anni novanta...

Read More

L’alcova

L’alcova


Allora selvaggio? Non hai mai visto una donna nuda? Ehi colonizzatore dell’impero! Imparate a lavarvi!

Il trio Lilli Carati, Annie Belle e Laura Gemser, fa passare in secondo piano qualsiasi difetto, o ingenuità di questo film. E potete immaginare il perché.
Le tre sono agli ordini di Joe D’Amato, che per più che probabili fini commerciali, cerca la via dell’erotismo d’autore alla Tinto Brass, nella scia dal grande successo de “La Chiave” uscito un paio di anni prima. Il nostro eroe non avrebbe bisogno di scopiazzare altri stili, perché di erotismo (e porno) ne sa parecchio e naturalmente si vede. Si vede soprattutto nelle scene erotiche tra le tre protagoniste, momenti suggestivi che, scusate la franchezza, ci fanno esclamare un grande “Wow!”.

Togliendo l’...

Read More

Le notti porno notti nel mondo 2

Le notti porno

nel mondo 2


Non essere teso…rilassati un po’…così…

Mistero, confusione e noia convergono in questo film in rigoroso ordine. Mistero sulla produzione di una pellicola che dovrebbe essere il sequel di “Le notti porno del mondo” o l’approfondimento più hot. Confusione perché la ricerca storica ha evidenziato che i due film sono contemporanei e utilizzano buona parte delle stesse scene puntando tutto sulla protagonista E noia. Perché “Le notti porno notti nel mondo 2” (meglio conosciuto come “Emanuelle e le notti porno nel mondo 2”) è la versione manipolata da D’Amato di “Notti porno nel mondo” e conserva le stesse caratteristiche.

Un mondo movie, sempre fuori tempo massimo, che ci racconta le morbose notti del mondo, tra lotta nel fango, zoofilia, mess...

Read More

Notti porno nel mondo

Notti porno nel mondo


Comunque amici la vostra Laura è e sarà sempre un’inguaribile ottimista, dalle ceneri di ogni civiltà ne è sorta sempre una migliore, più libera e più giusta.

Con qualche soldino in tasca preso anche dalla “J&B” come ci suggerisce la scena finale, si può ingaggiare Laura Gemser la nostra “Emanuelle Nera”. Si spoglia spesso e ci racconta le vicende di calde e morbose notti in giro per il mondo. Per il resto basta girare qualche scena e acchiappare spezzoni da altri film erotici e il gioco è fatto. Un “Mondo Movie” erotico fuori tempo massimo, senza arte ne parte, che più che voler scandalizzare come i suoi antenati cerca di mostrare quanta più fica possibile...

Read More

Provocazione

Provocazione

-Dimmi che cosa vuoi, ti darò tutto quello che vuoi…qualsiasi cosa
-Voglio essere la padrona!
-…ma la padrona veramente c’è già…
-mmm…ah sì?

Joe D’Amato copia Tinto Brass e la cosa non ha molto senso. Aristide Massaccesi non ha bisogno di fonti d’ispirazione e soprattutto non si capisce perché, quando ormai è una firma apprezzata del nuovo mondo dell’hard, decida di tornare al soft-core. Un soft-core tra l’altro banale, trattenuto molto più che tanti altri suoi film. E come già detto copia maldestra di una storia alla Tinto Brass.

Una parentela sancita oltre che dall’ambientazione e dallo sviluppo della vicenda, anche dalla presenza di Erika Savastani che con il regista veneziano lavora in diversi film come “Senso ’45”, “Fermo posta Tinto Brass” e “L’uomo che guar...

Read More

La via della prostituzione

La via della

prostituzione

Dall’Africa in America la storia più spregiudicata sulla tratta delle adolescenti

Una nave viaggia verso l’orizzonte. A bordo c’è un’orgia. Sono le ultime immagini che abbiamo di Emanuelle o almeno della nostra eroina in compagnia di Joe D’Amato. Un addio romantico (…) per l’ultimo capitolo che lascia spazio a una vasta (ulteriore) serie di spin-off con Laura Gemser protagonista.

Joe D’Amato ed Emanuelle dunque si separano e ci piacerebbe poter dire che ci salutano col botto, con un film indimenticabile. Invece “La via della prostituLa via della prostituzionezione” è la solita serie di avventure tra l’erotico e la “denuncia” che siamo abituati a vedere...

Read More

Emanuelle e gli ultimi cannibali

Emanuelle e gli

ultimi cannibali

-Sappiamo che lei è una vera autorità in materia e che ha effettuato una decina di spedizioni, proprio tra le più feroci tribù antropofaghe.
-Sì è vero delle spedizioni ma la materia è talmente vasta che non credo di poter concludere qui l’argomento, forse devo invitarla a casa mia.
-E lei crede professore che questo invito comporti dei rischi?
-Non si può dire ma certo se io fossi in lei non mi fiderei molto

Compendio del Massaccesi pensiero: horror, erotismo, arte di arrangiarsi, in questo caso sotto il marchio Emanuelle. Uno dei punti più forti della saga e anche uno dei più interessanti, in cui la nostra giornalista d’assalto è alle prese con una tribù di incazzatissimi cannibali, in compagnia di arrapatissimi compagni di viaggio. Gab...

Read More

Anno 2020 i gladiatori del futuro

Anno 2020

i gladiatori del futuro



Noi siamo il nuovo Ordine. Noi siamo l’unica vera forza emergente dalla rovina totale della guerra atomica e noi soli rappresentiamo il futuro. Noi portiamo giustizia e legge su un mondo in prenda alla barbaria.

L’inizio è un’esplosione fragorosa, sorprendente. E ci sta, perché siamo nel post-nuke. E ci sta perché il regista che si firma Kevin Mancuso è in realtà Joe D’Amato che con l’amico, co-regista e autore della storia, George Eastman, mostra la sua bravura e soprattutto la mancanza di ogni freno.
Un caos dove capita di tutto. Violenze di ogni tipo, splatter, cowboy che vagano, iconoclastia e tutto quello che vi viene in mente...

Read More

Sollazzevoli storie di mogli gaudenti e mariti penitenti – Decameron nº 69

Sollazzevoli storie

di mogli gaudenti

e mariti penitenti

-Decameron nº 69



-E se fatte accoppiare con una donna normale, te fanno nascere solo figli maschi. Moglie mia, vorrei domandarvi questo grande favore. E lo so che per voi sarà un grosso sacrificio. Ma ve lo chiedo per nostra felicità.
-E vabbè se si tratta della nostra felicità io mi sacrifico

Il libro questa volta lo giudichiamo dalla copertina. Innanzitutto dall’autore, un certo Joe D’Amato, che dopo diversi anni passati sui set ricoprendo vari ruoli, si cimenta per la prima volta come regista. E poi lo giudichiamo con una favolosa canzone demenziale in stile canto di chiesa che apre il film, scritta, come tutte le musiche del film, da Franco Salina con orchestra diretta da Roberto Pregadio...

Read More

Rosso Sangue

Rosso Sangue



-Capisco, la mia storia può sembrare incredibile sergente ma esiste una realtà che noi non vediamo -Dice sul serio? La ringrazio per l’informazione ma purtroppo a noi interessa una realtà più concreta ed è quella di quella infermiera là con quel trapano ficcato in testa!

Un uomo enorme terrorizza gli abitanti di una villa. Ha le budella in mano e in seguito viene portato d’urgenza in ospedale. Lì dentro stupisce tutti, per la sua capacità di recupero, per la velocità con cui i suoi tessuti si rimarginano e i suoi organi si rigenerano. Non è un caso clinico incredibile, ma è Niko Tanopoulos il protagonista di questo film. È il 1981 e Joe D’Amato con il fido George Eastman (protagonista e sceneggiatore) si butta nientemeno che nel genere slasher, con la sua so...

Read More