Sergio Martino tagged posts

Thirsty for love, sex and murder

Thirsty for love,

sex and murder

Don’t believe him, Mine. Even a female fly can’t get away from him.

Chissà se Sergio Martino ha visto questo film. Chissà cosa ha pensato, cosa ha detto. Perché dev’essere interessante vedere il remake di un proprio lavoro, vedere una nuova prospettiva, cogliendo magari altre sfumature. E soprattutto aver fatto una pellicola così importante da aver ispirato un altro regista.
Tutto molto romantico si può dire. Almeno, potrebbe esserlo, se “Lo strano vizio della Signora Wardh” non fosse diventato un giallo a tratti assurdo, a volte demenziale.

Mehmet Aslan, regista del sempre interessante cinema turco di genere, già dietro alla macchina da presa per alcuni film della serie Tarkan (un eroe unno, tratto da un fumetto turco di grande successo) e...

Read More

La Montagna del Dio Cannibale

La Montagna Del Dio Cannibale

 La Montagna Del

Dio Cannibale

Ma che fantasmi! Non si dimentica il sapore della carne umana!


Non siamo dei grandi esperti in materia, ma a quanto leggiamo su internet il mercato dell’uranio negli anni settanta era in grande crisi. Quindi c’è da chiedersi innanzitutto perché usarlo come causa scatenante degli eventi in una pellicola del 1978.
Che poi l’uranio non faccia bene è cosa nota ed evidentemente ha contaminato il DNA di una tribù di nome Puka. Assurdi. Cannibali. Porcelloni. Ma ne parleremo dopo.
A chi invece questa montagna d’uranio non ha fatto male, visti i riscontri commerciali, sono i fratelli Martino, Sergio come regista/sceneggiatore (con Cesare Frugoni) e Luciano come produttore.
I due assolutamente non adatti al genere, iniziano con questo film una sorta di...

Read More

I corpi presentano tracce di violenza carnale

I corpi presentano

tracce di

violenza carnale




Se qualcuno di voi ricorda di aver veduto qualcosa di simile al collo di un compagno o di un’amica, sappia che è suo preciso dovere dirlo, perchè non sarebbe fare la spia, è fare il proprio dovere. E spero che siate tutti d’accordo che questo assassino debba essere tolto dalla circolazione.

Ecco un bel esempio di come si possa essere molto commerciali e allo stesso tempo fare qualcosa di qualità. Quel un po’ di questo, un po’ di quello, in giusta misura, che accontenta il pubblico di massa (o quasi) e anche i cinefili.
Un Sergio Martino illuminato dirige un thriller che ha connotati slasher e che visto l’anno (1973) appartiene a uno dei primi capitoli del genere...

Read More

Graffiante Desiderio

Graffiante Desiderio

Pensi che possa fermarmi qualche giorno qui da te?
Un manichino che vola giù da un terrazzo, con ambizioni da corpo, è una delle ultimi immagini per il grande schermo che abbiamo di Sergio Martino. Peggio forse non poteva concludere la sua carriera cinematografica. Più che concludere, possiamo dire sospendere, visto che il nostro, da qui in poi si occupa di fiction, per tornare poi nel 2008 con il sequel de “L’Allenatore Nel Pallone”. E a conti fatti sarebbe stato meglio non fosse più tornato a fare cinema.
Che ormai Martino avesse perso il tocco magico, era un fatto che nel 1993 era noto ormai da tempo, sicuramente da quando aveva diretto “Mezzo Destro, Mezzo Sinistro” cioè subito dopo aver toccato l’apoteosi comica con “L’Allenatore Nel Pallone”...
Read More

2019-Dopo la Caduta di New York

2019-Dopo la Caduta

di New York



Ci ha mandati il presidente, dice che c’è una donna qui che ancora può fare figli. Noi dobbiamo trovarla e portargliela

La versione de “noialtri” di “1997: Fuga da New York” ma anche di “Mad Max” e un po’ pure de “Il Pianeta delle Scimmie” è un gioiello di rara ed incredibile bellezza.

Un “b movie” meraviglioso che addirittura, cita una fonte, una sola però, sarebbe stato scritto ancor prima del film di Carpenter ma realizzato due anni dopo. Lontano da noi la volontà di aprire la questione su presunti furti yankee ai danni di nostri sceneggiatori, ci concentriamo su questo post-nuke del 1983 diretto da Martin Dolman che altri non è che il nostro benamato Sergio Martino.

“2019: Dopo la caduta di New York” viaggia sic...

Read More

Spiando Marina

Spiando Marina

Alla fine mi sono abituata a sopportare è brutto come ci si può abituare a tutto. E ti piace? Sì credo di sì
Con una tetta già mostra sulla locandina, sarete d’accordo con noi che non è affatto difficile spiare Marina. Lei d’altronde non fa nulla per nascondersi, lasciando aperte porte e finestre e facendo sesso ad alto volume.
Al regista l’idea non dispiace, anzi la sfrutta al cento per cento, quel  George Raminto pseudonimo del nostro beneamato Sergio Martino, che concentra tutto quanto sulle rotondità e la fama altamente erotica dell’epoca di Debora Caprioglio.
Così l’attrice veneta un anno dopo l’exploit di “Paprika” nei, pochi, panni di Marina se va in giro quasi sempre nuda, si diverte con un serpente e ha una caldissima storia di sesso con il vicino d...
Read More

Tutti I colori del buio

Tutti i colori del buio


Ma tu Richard non sai le cose che mi accadono nel sonno
L’ossimoro del titolo è un buon parallelismo con il contrasto dei giudizi. Per alcuni un gran film, per altri un’opera mediocre.
Non è di certo il miglior Sergio Martino, versione thriller, quello che si siede dietro alla macchina da presa, ma se non altro c’è dell’impegno e forse una voglia di cambiare un po’ rispetto al solito. Connotati che regalano diverse ottime immagini e un grande commento sonoro scritto da Bruno Nicolai.
Nel pieno del suo periodo thriller, dopo aver dato vita a “Lo Strano Vizio Della Signora Wardh” di un anno precedente e nello stesso anno di “Il Tuo Vizio E’ Una Stanza Chiusa” Martino ci riprova con un’ambientazione londinese, grigia, piovosa e con elementi surreali...
Read More

Milano Trema: La polizia vuole giustizia

Milano Trema:

La polizia

vuole giustizia

Soltanto dal disordine si crea un nuovo ordine

“C’è soltanto un modo per combattere la violenza, esserlo di più”. Scolpita nel DNA della pellicola questa frase non abbandona mai lo spettatore. Violenza e velocità, morti e inseguimenti a partire già dall’inizio. Fuga, classica, dei criminali con omicidio di innocenti: una bambina e una donna incinta.
Sergio Martino si butta a tutta velocità e a tutta forza in quest’opera, creando un buon poliziottesco che critica a 360° tutto e tutti. Ok c’è il solito giustizialismo, ma c’è anche la critica alle autorità e alla polizia stessa.

Oltre al sangue e ai motori, tra l’altro tutto ben realizzato, troviamo anche un altro  fatto degno di nota:Milano Trema: La polizia vuole giustizia l’esordio nel poliziottesco di L...

Read More

La polizia accusa: il servizio segreto uccide

La polizia accusa:

il servizio segreto

uccide



Lei è malato di falsa democrazia. Il vostro errore è credere che tutti gli uomini siano uguali, mentre la realtà è ben diversa.

Suoni. Titoli di giornali in sovrimpressione. Efferati e misteriosi omicidi di alti membri delle forze armate sullo sfondo. I primi minuti di “La polizia accusa: il servizio segreto uccide”, sembrano far parte di un film di Elio Petri o di Francesco Rosi. In realtà il film perde col tempo la forza e la bellezza iniziale (da non perdere la scena splatter con schizzi di sangue sull’obiettivo) invischiandosi e impaludandosi in una trama eccessivamente cervellotica.

In ogni caso Sergio Martino merita gli applausi e le lodi per questo film del 1975, che a differenza di altri poliziotteschi, cambia il ruolo ...

Read More

Il tuo Vizio è una stanza chiusa e solo io ne ho la chiave

Il tuo Vizio

è una stanza

chiusa e solo

io ne ho la chiave


-E’ vero che sei una puttanella da quattro soldi?
Beh, potrebbero essere quattro soldi spesi bene
Alla fine uno spera in tutti i modi di sbagliarsi. Spera che il colpevole non sia quello, ma che ci sia un colpo di scena finale che scombini le carte e innalzi a capolavoro il film. Invece non va così. Si capisce abbastanza in fretta  chi sia l’assassino ed è il peggior difetto di questo lavoro di Sergio Martino, che deve il titolo a un biglietto presente nel precedente film “Lo Strano vizio della signora Ward” in qualche modo superiore e più entusiasmante.
Martino comunque propone uno schema che funziona e che soprattutto attrae il pubblico...
Read More