Troma tagged posts

B.C. Butcher

B.C. Butcher


The first slasher film to be set in prehistoric times!

Ci fidiamo di Lloyd Kaufman quasi ciecamente, ma questa storia è molto bizzarra e il nostro ci ha già beffato diverse volte. Comunque escludendo che si tratti di un simpatico scherzo e prendendo per buono tutto siamo alle prese con un film diretto da Kansas Bowling, una giovanissima regista che oltre ad avere un bel nome, ha scritto questa storia a quindici anni e diretto il tutto a diciassette. Californiana, cresce guardano i film della “Troma”, ammirando Barbara Bach, Raquel Welch e ascoltando i Ramones. Un’educazione niente male!

Entra a far parte del “Troma Institute for Gifted Youth” un programma che punta a far nascere e crescere nuovi talenti del cinema o almeno di un certo cinema e diventa la prot...

Read More

Femmine Infernali

Femmine Infernali


Il nuovo direttore vi vuole pulite! È un patito dell’igiene ricordatelo!

Lloyd Kaufman non sbaglia mai. Fiuta un B Movie come il miglior cane da tartufo e ci si butta sopra. Cosa ci guadagni non è chiaro, ma anche in questo caso fa una scelta giusta. Pubblicato su DVD per la compagnia di New York, “Escape from hell” è un film italo-spagnolo del 1980 originariamente intitolato “Femmine Infernali”.

Si tratta di un Women in prison con qualche piccola differenza rispetto ai suoi simili, con una regia adeguata ma con una lunghezza eccessiva. Uno di quei lavori consigliabili ai fan dei film brutti e uno di quei film che per risparmiare ha diviso cast, crew, location (e forse pure giorni di ripresa) con “Orinoco: Le prigioniere del sesso”.
Alla regia c’è

Read More

Return to Nuke ‘Em High Volume 1

Return to Nuke’Em High Volume 1

 
Propagation is health! Propagation is health!

“Lasciate che vi porti indietro, dove tutto è iniziato” è quello che dice il narratore a inizio film. E scusateci se interrompiamo questa recensione, ma dobbiamo dire che lo facciamo anche noi, cioè ritorniamo dove tutto è iniziato. Era il 22 agosto 2008 e pubblicavamo la nostra prima recensione: “Poultrygeist Night Of Chicken Dead” della Troma, ambientato naturalmente nella capitale dei rifiuti tossici. Return to Nuke 'Em High Volume 1

Da allora su queste pagine è passato molto trash, molto sangue, molte tette, cambi tecnici e qualche assestamento che ci hanno portato con questa, alla cinquecentesima recensione. Cinquecento filmacci recensiti.E per festeggiare torniamo “dove tutto è iniziato”, nella città che ci ha d...

Read More

Shameless, Tasteless

Shameless, Tasteless


Un po’ di anni fa, uno scienziato pazzo clonò John Waters, delle spie russe rubarono il risultato dell’esperimento e forse troppo ubriachi o distratti da una prostituta lo persero da qualche parte in Ucraina.
Storia impossibile? Certo che no, anzi, deve essere andata proprio così, se guardiamo le opere di un oscuro regista ucraino di nome Yakov Levi.
Levi è, infatti, il clone del buon John Waters. Un Waters dei giorni nostri però lontano dal messaggio punk ma testimone, a suo modo, degli emarginati della società o forse più spudoratamente, morboso sfruttatore degli stessi. Chissà.
Il risultato è più meno lo stesso comunque, pellicole sfacciate e disgustose che hanno come protagoniste prostitute giovani e vecchie, spogliarelliste, tossici, spacciatori, b...
Read More

Class Of Nuke ‘Em High

Class Of Nuke

‘Em High



readin… writing and radiation
Parlate di ecologia e dite no al nucleare! Siamo d’accordo!. Noi vi stiamo a sentire ma per i nostri gusti sentiamo più volentieri la variazione sul tema della Troma. Non ve la prendete, ma la visione di Kaufman e soci è veramente grandiosa. Certo è questione di gusti e la casa americana non va tanto per il sottile: tette, sangue e parti umane spiaccicate, come al solito e nel pieno stile che conosciamo, ma il messaggio arriva forte e chiaro, più di tanti altri discorsi seri.

Il binomio Troma/Energia nucleare non è nuovo ed inutile citare il leggendario “Toxic Avenger”. Ma se Toxie era solo in parte una presa di posizione ecologica, essendo soprattutto una satira nei confronti dei supereroi, “Class Of Nuke ‘Em High”...

Read More

Citizen Toxie: The Toxic Avenger IV

Citizen Toxie:

The Toxic Avenger IV


Well, fuck that, I’m not gonna die. Not here in Jersey!

Merda, tette, budella e sangue. Un’esplosione trash di vero e pesante cattivo gusto. L’episodio numero quattro della saga del “Vendicatore Tossico” è quello più estremo, più sguaiato e senza dubbio il più bello. Tutto è eccessivo. Pesante. È il risultato è che Kaufman crea un film divertente e innocuo. Vi chiedete se si può essere innocui sparando (merda soprattutto) su tutti e tutti? Sì, si può. Perché il nucleo centrale di questa pellicola è proprio una satira a 360° vista però dall’ottica, si può dire, del buffone, che essendo deforme e brutto può permettersi il lusso di esagerare su tutto e tutti. Appunto.

Toxic torna, più brutto e puzzolente che mai, rimettendo lus...

Read More

Satan’s Sadists

Satan’s Sadists



See wild hippies on a mad murder spree!

Abituati alle storie di quel matto di Al Adamson, rimaniamo un po’ stupiti da questo “Satan’s Sadists” che a guardar bene in profondità, ha velleità riflessive. Sotto una coltre classica di elementi da b movie e soluzioni tipiche del suo modo di fare cinema ci mostra un affresco di una cultura hippie parecchio deviata che si spreca tra croci, svastiche e ultraviolenza.

Il tutto è contenuto in un “bikexploitation” sadico e polveroso, alimentaSatan’s Sadiststo da una serie di personaggi piuttosto pittoreschi che vagano in una trama incentrata sulla più classica caccia all’uomo. Siamo nel 1969 e automaticamente le vicende di Charlie Manson vengono in mente...

Read More

Chopper Chicks In Zombietown

Chopper Chicks

In Zombietown

Questa recensione è contenuta nel nostro libro “Cinquanta sfumature di Zombie” che potete trovare su Amazon, su Il Mio Libro e in tutte le librerie on line.

They’re Looking for a Few Good Men.
Bisogna riconoscere a questa pellicola il suo ruolo enciclopedico. Nel senso che è a tutti gli effetti una grande raccolta di generi. Horror, zombie, scienziati pazzi, bambini ciechi, donne lesbo (alcune) che girano su grosse moto, molta comicità, un filo di erotismo, tutto tenuto insieme dalle folli mani della Troma. Sì, qui c’è tutto questo e forse altro che in questo momento non ci viene in mente.
Per qualche strano motivo poi, per una volta mettere tutto e di più, nChopper Chicks In Zombietownon annoia e non fa crollare questo film del 1991 per la regia di Dan Hoskins. “Chopper...
Read More

Bloodsucking Freaks

Bloodsucking

Freaks



You’ll scream your head off!

L’approccio a questo film è fuorviante. Leggi Troma e pensi a un gran film degno della compagnia di Kaufman. Vedi i primi minuti con la gente che ride in un teatro e pensi a una pellicola genuinamente trash. Poi però si scopre che la Troma ha acquisito soltanto i diritti, mettendo le mani solo sul titolo e non sui contenuti, cambiando da “The Incredible Torture Show” al titolo in oggetto e soprattutto che minuto dopo minuto la pellicola “genuinamente trash” si trasforma in qualcosa di pesante, disgustoso e voyeuristicamente macabro.

Film del 1976 per la regia di Joel M. Reed che si ispira per questa sua storia a “Wizard Of Gore” di Herschell del 1970 e di conseguenza al cartellone del teatro parigino “Grand Guignol” dove ...

Read More

Tromeo & Juliet

Tromeo & Juliet


Body Piercing, Kinky Sex, Dismemberment. The Things That Made Shakespeare Great

Chissà Kenneth Branagh dopo aver visto questo film. L’attore inglese si sarà sentito svilito e umiliato con la carriera di noto attore shakespiriano da buttare via. Shakespeare invece si sarebbe esaltato nel vedere questa versione della nota storia d’amore che preme maggiormente sull’odio e sui sentimenti. Certo secondo le menti diaboliche della Troma.

“Tromeo & Juliet” è un capolavoro assoluto, uno dei migliori film della casa di produzione americana, per qualcuno il migliore in assoluto. Magari non sarà piaciuto a qualche accademico o a qualche ortodosso, ma il film di Lloyd Kaufman e di Micheal Herz è semplicemente geniale.

Splatter, softcore, demenzialità non a Verona ma ...

Read More