Downtown-die nackten puppen der unterwelt

Downtown-

die nackten puppen

der unterwelt

 

-Are you worried? Help me undress.
-I love doing that. You know that opening zips is my favourite occupation.

Intoccabili, belle, disinibite e fatali. Cynthia e Lola. Le protagoniste di un film strano, un film che mischia molti generi, mettendoci parecchio erotismo, molta ironia, una spruzzata di poliziesco e di giallo. Piacevole, non c’è che dire, ma si poteva sfruttare meglio le potenzialità della trama.

Perché alla fine a “Downtown” manca quel guizzo finale, quel colpo di reni, per dirla in gergsportivo, che poteva farne più che un film piacevole.
Downtown-die nackten puppen der unterwelt Franco invece preferisce concentrarsi maggiormente sui dettagli intimi delle due protagoniste e coinvolgerle in tante scene soft-core, relegando l’interessante storia a un ruolo minore.

Lo diciamo per l’ennesima volta, non che ci dispiaccia vedere Lina Romay e Martine Stedil ancora una volta nude, ma se ci fosse stato più equilibrio, tra erotismo e trama, “Downtown” poteva essere uno dei capitoli più interessanti del buon Jess, perché la storia fa ridere ed è una sottile satira verso i poteri forti.

Downtown-die nackten puppen der unterwelt

Al Pereira interpretato da uno stupito Jess Franco è un detective privato ingaggiato dalla spogliarellista Cynthia (Lina Romay) per fotografare il marito con l’amante. La missione funziona, con qualche strano risultato. Al Pereira capisce poi che è meglio troncare i rapporti con Cynthia ma viene convinto dalla stessa e dalla sua fidanzata, Lola (Martina Stedil), in un modo che vi lasciamo immaginare, a continuare il rapporto lavorativo e a fotografare, per poi ricattarlo, un altro uomo.
La cosa potrebbe anche piacevolmente funzionare, potrebbe essere un buon business, ma il malcapitato muore, la polizia indaga su Pereira, perché evidentemente non può indagare sulle due disinibite mantidi.

Downtown-die nackten puppen der unterwelt

Probabilmente coperte dai poteri forti, scoperte in tutto il resto, Lola e Cynthia, sono protagoniste di diverse scene lesbo soft-core, di auto erotismo e di momenti in cui mostrano tutto il mostrabile, davanti allo zoom indagatore di un divertito Franco. Nascosta dalle bellezze della bionda e della bruna, la trama non ha grandi colpi di scena o momenti visionari tipici del regista spagnolo. E sottolineiamo, che è un peccato.
Oltre a Lina Romay, Martine Stedil e Jess Franco, troviamo i sempre presenti Paul Muller, nel ruolo dell’ispettore di polizia, Erik Falk e Beni Cardoso vista in altri film dell’epoca e qui decisamente messa in ombra dalle due protagoniste.

english2

609-downtown1Scheda Tecnica
Titolo Originale: Downtown-Die Nackten Puppen Der Unterwelt
Titoli Alternativi: Down Town (Svizzera), Les putains de la ville basse (Francia), Downtown (USA), Schwarze Nylons, wilde Engel (Germania)
Anno: 1975
Nazione: Svizzera
Regia: Jesus Franco
Cast:  Lina Romay, Jesus Franco, Martine Stedil, Paul Muller, Beni Cardoso, Eric Falk, Raymond Hardy, Monica Swinn
Durata:  86’

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.