Category Film

All’onorevole piacciono le donne


All’onorevole


piacciono le donne

-Devi dì L’onorevole tasta il meridione. Me pare appropriato
-ma che appropriato!

Il Vaticano descritto come una cosca mafiosa che solidifica i nemici. Il futuro Presidente della Repubblica italiana è un maniaco sessuale esperto di mani morte. Molto esperto.

Probabilmente anche ai giorni nostri un film del genere “disdegnerebbe” qualcuno ma qui siamo nel 1972 e apriti cielo.
Lucio Fulci la combina grossa con “All’onorevole piacciono le donne” cui andrebbe anteposto “Nonostante le apparenze… e purché la nazione non lo sappia”, cancellato poi dalla censura. Ed è proprio la satira corrosiva e le sue conseguenze che fa entrare nella storia questo film...
Read More

Link


Link

When Man was given mastery over the beasts, someone forgot to tell…


Il controllo sulla natura e sugli animali. E la rivolta degli stessi. Un tema sempre caro al cinema che ha visto in ogni decennio diversi esempi più o meno interessanti.
Tra i registi che hanno affrontato l’argomento c’è anche Richard Franklin fedele discepolo di Hitchcock che qui sembra intraprendere una strada alla “The Birds” che lui respinge con forza dicendo che si basa su “realtà antropologiche”, anziché, come nel caso del film di Hitchcock su teorie “fantasy”.

Non ha tutti i torti Franklin, perché il suo film è storia di violenta ribellione in un’isolata villa vittoriana a St.Abbs in Scozia (località utilizzata anche per altri film)...

Read More

Gli orrori del castello di Norimberga


Gli orrori del


castello di Norimberga

La maledizione di una strega! Lei ci crede davvero?

Il maestro Bava è sempre unico, anche quando le cose non vanno bene. Come nel caso de “Gli orrori del castello di Norimberga” che non è di certo il film per cui lo ricordiamo come uno dei grandi maestri del cinema. E d’altronde sia Morandini che Ebert ne parlarono male.
Ma allo stesso tempo è un film che ha diverse cose gradevoli, ben studiate e pensate.

Dirò l’ovvio ma la mano di Bava si vede e si sente in quasi ogni inquadratura. C’è una grande cura dei dettagli, degli ambienti e della messa in scena. C’è un’ironia strisciante e mai esagerata e c’è un cast che compie il proprio dovere con Joseph Cotten ed Elke Sommer e la bambina dell’horror Nicoletta Elmi...
Read More

Pierino Medico della Saub


Pierino


medico della Saub

Adesso che hai in mano il tanto sospirato pezzo di carta, nessuno dovrà più chiamarti Pierino!

É più importante l’attore o il personaggio? Si va a vedere Alvaro Vitali, sedotti dalle sue doti comiche, o si va ad applaudire Pierino, conquistati dalla tradizionale fama del personaggio da barzelletta? E’ giunta ieri la notizia che il procuratore di Roma ha disposto il sequestro del film Pierino medico della Saub per truffa nei riguardi degli spettatori, come di un prodotto «messo in circolazione con segni mendaci». La denuncia è partita da uno spettatore che ha trovato una storia diversa da quella promessa dal titolo: il medico della Saub era Alvaro Vitali, non Pierino, che appariva come spalla in alcune scene magari aggiunte o camuffate.


Così scriveva “...
Read More

Beverly Hills Vamp


Beverly Hills Vamp

Is that a stake in your pocket, or are you happy to see me?

Non ho nulla contro i film di Fred Olen Ray in cui la maggior parte del tempo è tutto uno “Sciak! Sciak!” di corpi siliconati e palestrati che sbattono tra loro. Dico davvero.
Ma devo anche dire che preferisco di gran lunga un Fred Olen Ray come quello di questo film, in cui non rinuncia a nulla e ci mette dentro una trama divertente, comicità, un vago horror ed erotismo.


“Beverly Hills Vamp” è una piacevole e leggera commedia del 1989 con Eddie Deezen, caratterista esperto di ruoli da nerd (per quanto poi alcune vicende nella vita reale lo allontanino da questo ruolo) come protagonista. Ed è lui che deve combattere contro tre bellissime vampire, interpretate dalle note, per il genere, Debra Lam...
Read More

Una vita spericolata


Una vita spericolata

Non è una rapina! Non li voglio i soldi!


A Marco Ponti, gli si vuole bene. A prescindere. Per “Santa Maradona”, ok, ma anche perché quanti registi di Avigliana, piccolo posto in provincia di Torino, conoscete? Una rarità.
Tuttavia (quanto amo questa parola così forbita, che sembra annunciare sempre il peggio) anche alle persone a cui vuoi bene ogni tanto devi dire che hanno fatto qualche errore. E nel caso di Ponti è “Una vita spericolata” film del 2018.
Con in testa il Guy Ritchie di “Lock & Stock” e “The Snatch” Ponti allestisce una commedia “on the road” con tre, soliti, improbabili criminali.

A scatenare gli eventi ci pensa un, solito, fraintendimento...
Read More

Il Bosco 1

Il Bosco 1

Vedi, ci sono cose che appaiono… diverse da quello che sono

Tanti anni fa, un videomaker amatoriale mi raccontò di come un suo film vinse un concorso. Per qualche ragione tecnica riversando il materiale dalla videocamera su una VHS fece un errore che gli causò dei buchi neri nel film. Quegli stessi buchi neri vennero presi dai giudici come una qualche riflessione intima del o della protagonista (non ricordo). E vinse.
Sono sicuro che lo stesso discorso si possa fare per il “Bosco 1” di Andrea Marfori. Il classico ci è o ci fa, che fa venire il dubbio che, in effetti, tutto il pressapochismo e l’improvvisazione che si vede sia in realtà l’onirico approfondimento psicoanalitico dei personaggi al servizio di un grande horror indipendente e sperimentale...

Read More

Vampyres


Vampyres

Life is so short. Especially yours…


Anno 2015, Victor Matellano regista horror spagnolo, mette mano a Vampyres aiutato dallo stesso Ramon Larraz, cioè il regista dell’omonimo film del 1974.
Nuove prospettive, mezzi migliorati e l’aiuto di Larraz non bastano però a creare un remake convincente e soprattutto a farci capire cosa ci voglia dire il regista spagnolo.
Probabilmente vuole solo mostrarci quanto abbia apprezzato il Vampyres del 1974, visto che segue la storia originale, ma anche quanto ami il cinema di genere e quanto Jess Franco e Jean Rollin abbiano influenzato il suo lavoro.

E, in effetti, Matellano cerca di stupirci con l’eros, con la filosofia e con una dose abbondante e più esplicita di splatter. Ci mette dentro pure il buon Antonio Mayans e Caroline M...
Read More

Vampyres


Vampyres

Their lips are moist and very, very red!


Il titolo non sarà tra quelli più sorprendenti ma tutto il resto, tutto quello che poi si vede, rende questo film un piccolo e (im)perfetto horror low budget.
Due vampire lesbo si divertono spesso e volentieri, ma a dir la verità non sono proprio delle vampire ortodosse, perché al collo preferiscono le ferite e si buttano sulle vittime come animali feroci, diventando più che altro e per stessa ammissione del regista, della vampire-cannibali.
Dietro a questo gioiellino troviamo José Ramón Larraz, regista catalano, emigrato in Belgio, Francia e infine Inghilterra, dove ha lavorato maggiormente e ottenuto maggiori riscontri.
Qui lo troviamo con uno dei suoi film più criticati all’uscita divenuto però col tempo un cult per gli ap...
Read More

New Year’s Evil


New Year’s Evil

-Well listen Mr. Evil, do you have a vote for the top song of the year?
-No. Just a new year’s resolution.


Gli affascinanti psicopatici di una volta. Tutti minacce e coltelli. Quelle belle trame leggere e prevedibili. Quelle regie che non sanno che fare alla pari di attori imbarazzanti. Ma sì certo, non sono una novità su queste pagine, altrimenti questo sito non si chiamerebbe bmoviesheroes, ma ogni volta che becco un film così, è un’esplosione di piacere, è una gioia, è una festa.

“New Year Evil’s” è solo l’ultimo di questa lista. Un film che ha un’importante lista di recensioni che lo stroncano a partire da Roger Ebert, passando per Metacritic e chiudendo appunto con questa mia. Perché sì è veramente un film fatto malissimo. E brutto.
Ma gli va ...
Read More